Non verranno distolti soldi dal Piano giovani e nemmeno fondi per pagare i debiti della pubblica amministrazione. A dichiararlo è stato L’Assessore regionale alla Formazione Bruno Marziano che annuncia, invece, ingenti risorse per finanziare una delle priorità del Piano giovani e, nello specifico la priorità 3 denominata ForGio. L’assessore regionale della Giunta guidata dal Presidente Rosario Crocetta ha annunciato di aver approvato una delibera attraverso la quale si autorizza l’impiego di ben 16 milioni di Euro che serviranno a far ripartire le attività del Cerf, una società consortile a responsabilità limitata che ha vinto un ricorso nei confronti della regione siciliana e, per tale motivo, l’amministrazione regionale deve darle priorità.

Pubblicità
Pubblicità

«Tengo a precisare – ha dichiarato Bruno Marziano – che nemmeno un euro sarà distolto dal Piano Giovani per andare a coprire i debiti della formazione, ma anzi, saranno stanziate somme per l’attivazione di progetti di formazione per i giovani» Marziano ha voluto smentire le voci secondo le quali non ci sarebbero stati fondi per il Piano giovani per la necessità di intervenire sui debiti della formazione, ma l’assessore siracusano assicura che così non è e annuncia che i tirocini formativi sono sempre una priorità del governo regionale siciliano e, a valere con la seconda annualità del Fondo Sociale Europeo,saranno previsti altri cospicui finanziamenti.

Verificare quanti giovani sono intenzionati a svolgere i tirocini

Fatta l’anticipazione contabile dovrà essere verificato il numero dei giovani che appartengono alle prime due “finestre”e  sono intenzionati a svolgere i tirocini formativi, tirocini che saranno avviati con i residui delle somme stanziate per la priorità 3, mentre l’ultimo step sarà avviato quando arriveranno gli altri finanziamenti.

Pubblicità

La delibera approvata dalla giunta regionale siciliana sarà spiegata nei dettagli in una conferenza stampa che si svolgerà il 13 gennaio alle ore dieci presso la sede dell’assessorato alla sanità della regione Sicilia. #Lavoro giovani