Se si leggono e confrontano i dati degli ultimi sondaggi politici elettorali del mese di gennaio 2016, sembra essere evidente come il #M5S sia sempre più vicino al Partito Democratico. I risultati, in realtà, divergono leggermente tra i diversi istituti e la crescita dei Cinque Stelle non sempre è segnalata (come nel caso dei sondaggi Ixè dell'8 gennaio); quello che è segnalato più o meno in maniera costante da alcuni mesi a questa parte è il calo di consensi del #Pd e del premier Matteo Renzi, anche se l'emorragia nelle ultime due settimane sembra essersi bloccata. Nel momento, dunque, di massima crescita del M5S, il quale secondo i sondaggi Ipr sarebbe soltanto a un punto percentuale di distanza dai Democratici, iniziano a scoppiare gli scandali di corruzione intorno ai Cinque Stelle – si prenda ad esempio il caso del sindaco di Quarto, la cittadina in provincia di Napoli – e, secondo i rappresentanti del M5S, è in atto una vera e propria guerra mediatica volta a bloccare la crescita e a screditare l'intero Movimento.

Pubblicità
Pubblicità

Al di là di possibili dietrologie o complottismi, ecco quali sono i dati degli ultimi #Sondaggi politici del mese di gennaio 2016.

Confronto M5S-PD: sondaggi politici elettorali 2016

Secondo i dati degli ultimi sondaggi politici 2016 trasmessi dall'istituto Ipr, il M5S sarebbe al 29% con una crescita rispetto al mese di dicembre 2015 dell'1%, mentre il PD sarebbe fermo al 30% (senza perdere né guadagnare) e dunque la distanza tra di due partiti sarebbe soltanto di un punto percentuale. Situazione simile viene segnalata dall'istituto Tecné: i sondaggi elettorali segnalano il M5S sempre al 29% mentre il PD al 31%, entrambi avrebbero guadagnato mezzo punto percentuale e la distanza sarebbe appena del 2%. I sondaggi politici dell'8 gennaio 2016 dell'istituto Ixè segnalano una situazione leggermente differente: il M5S, infatti, avrebbe perso un decimale passando dal 26,1% al 26%; il PD sarebbe in calo di uno 0,3%, essendo passato dal 33,7% al 33,4%.

Pubblicità

È chiaro come, quando si analizzano i dati dei sondaggi, l'elemento decisivo sia dato più che altro dal trend e che l'affidabilità delle percentuali definitive è piuttosto bassa: se si analizzano i risultati degli ultimi mesi, è chiaro come la rincorsa del M5S possa finire anche in un sorpasso nei confronti del PD nelle prossime settimane.

Gli altri partiti: dati sondaggi politici elettorali 2016

Per quanto riguarda gli altri partiti, il confronto tra i risultati dei sondaggi politici del gennaio 2016 segnalano anche la crescita della Lega Nord: per Tecné, il partito di Salvini cresce di mezzo punto percentuale e si attesta al 15,5%, andamento simile per i sondaggi Ipr che vedono la Lega in crescita dello 0,5% con un risultato complessivo del 14,5%; soltanto Ixè segnala una leggera flessione dello 0,2% e un dato del 13,7%. Forza Italia, invece, viene segnala prevalentemente in calo: secondo Tecné perde mezzo punto e si attesta al 12% e per Ipr il dato è piuttosto pesante con la perdita del 2% e un risultato totale del 10%; soltanto per Ixè si può parlare di crescita con uno 0,2% in più e un risultato dell'11,1%.

Pubblicità

Fratelli d'Italia vede un risultato più o meno in crescita con un dato del 5%per Ipr e Tecné e un trend positivo dello 0,5%, anche se per Ixè si parla di calo e di un dato del 4,4%. Infine, la Sinistra Italiana stenta a decollare e presenta un dato in calo per tutti gli istituti: Ixè con il 4,3%, Ipr con il 4% e Tecné con il 3%. Per aggiornamenti, cliccate su 'Segui' in alto sopra l'articolo.