Nuovo appuntamento con i sondaggi politici. Nella giornata di oggi, giovedì 14 gennaio, analizzeremo gli ultimi dati di Euromedia. Protagonista, in negativo, il #M5S, che perde ancora terreno rispetto al Partito democratico. Sui recenti dati dei vari istituti di ricerca potrebbe aver influito negativamente l'episodio di Quarto, come spiegato in un nostro precedente contributo. Vedremo se nelle prossime settimane il Movimento 5 Stelle saprà rialzarsi, sopratutto dopo l'intervento di Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera, a Ballarò nel corso della puntata di martedì scorso.

Movimento 5 Stelle conferma il trend negativo

Gli ultimi sondaggi politici non sorridono al Movimento di Beppe Grillo, che perde lo 0,8 percento (dati Euromedia ricordiamo), scendendo così al 26,7 percento.

Pubblicità
Pubblicità

Un balzo all'indietro preoccupante per i pentastellati. La distanza dal Partito democratico è ora di 3,3 punti percentuali. Il #Pd infatti si mantiene al 30 percento (-0,2 percento rispetto all'ultima rilevazione). Un dato che non può far felice i democratici. La tendenza degli ultimi tempi è infatti al ribasso, se solo pensiamo che lo scorso 8 dicembre il partito di maggioranza del Paese era dato al 32 percento.

A spiegare le difficoltà del Movimento 5 Stelle è la stessa dottoressa Ghisleri (Euromedia Research) in un'intervista all'Huffington Post. All'indomani della perdita dello 0,8 percento, la Ghisleri spiega che il dato più importante è quello relativo al 13% degli elettori del M5S (cifra corrispondente a circa 3,5 punti percentuali del voto totale) che - secondo quanto afferma la Ghisleri - avrebbero espresso la propria indecisione nel confermare il voto ai 5 Stelle in attesa che la vicenda si chiarisca definitivamente. 

Sempre nel corso della sua intervista, Alessandra Ghisleri - ex sondaggista delle campagne elettorali di Silvio Berlusconi - si sofferma anche su un altro punto, anche questo da non sottovalutare.

Pubblicità

Secondo i dati in suo possesso, la Ghisleri afferma che l'elettorato del M5S non si accontenterebbe più dell'onestà, ma chiederebbe competenza e meccanismi di selezione, filtri. 

C'è infine un altro dato importante, quello della perdita del consenso di Luigi Di Maio, che nel giro di poco tempo perde il 2,4 percento. La Ghisleri mette in relazione il calo della fiducia nei confronti di Di Maio alla vicenda delle intercettazioni, nelle quali - prosegue la dottoressa - "emergevano i loro nomi sui fatti di Quarto". Intercettazioni che sono state contestate dallo stesso Di Maio, che ha pubblicato tutte le intercettazioni sulla propria bacheca facebook rilanciando: "Pubblicatele tutte", in aperta polemica con i media. 

Forza Italia di nuovo giù

Il nuovo anno non è iniziato nel migliore dei modi per Forza Italia, che torna a perdere consensi nei sondaggi. L'ultima rilevazione di Euromedia parla di un calo dello 0,8 percento, lo stesso, in termini di percentuale, che ha colpito il M5S. Flessione più contenuta per la Lega Nord, che dal 16,1 percento passa al 15,8, mentre può sorridere la Meloni, poiché Fratelli d'Italia sale al 5,2 percento (+0,3 percento). 

Segnaliamo infine il video in cui Salvini esprime il suo pensiero sulla riforma pensioni della Fornero.

Pubblicità

Ne abbiamo parlato diffusamente nell'articolo di cui vi abbiamo appena consigliato la lettura. Per i nuovi sondaggi elettorali cliccate invece il tasto 'Segui' in alto a destra. #Sondaggi politici