L'inizio del nuovo anno non ci ha ancora proposto #Sondaggi politici da parte degli istituti di ricerca. Qualche giorno fa vi abbiamo mostrato un bilancio annuale che riassume la situazione del Paese, ma in attesa di nuove rilevazioni faremo focus sulla città di #Milano, dove prossimamente avremo le elezioni amministrative. Tra qualche mese si andrà alle urne per votare il sindaco del capoluogo lombardo che subentrerà a Giuliano Pisapia. Ad oggi non si conoscono ancora i candidati, ma qualche nome è già stato fatto ed alcuni di essi sembrano graditi ai milanesi. Nell'attesa di scoprirli, vogliamo analizzare i dati rilevati dal portale Termometro Politico attraverso un sondaggio online.

Pubblicità
Pubblicità

PD favorito a Milano, ma occhio a Sallusti

L'ultima rilevazione effettuata in merito alle prossime elezioni comunali di Milano mostrano un quadro differente da quello nazionale. A prevalere è il Partito Democratico, con una percentuale pari al 33%, ma alle sue spalle c'è gran bagarre. Al contrario di quanto accade per i sondaggi politici generali, per la città meneghina è Lega Nord ad essere l'inseguitore più insidioso per il PD, con il 22% dei voti. Poco più indietro, appaiati in terza posizione con il 15%, figurano Movimento 5 Stelle e Forza Italia. Decisamente più staccati e praticamente fuori dalla sfida tutti gli altri. Guardando i dati pubblicati, abbiamo una eventuale lista civica indipendente al 5%, la quale precede persino Fratelli d'Italia (4%) e Sinistra Italiana (3%).

Pubblicità

Male, anzi malissimo, Nuovo Centrodestra, che conquista appena l'1%, la stessa quota di altre liste del Cdx e di altri partiti, nonché meno di altre liste del Csx (2%).

Ai lettori del sito internet è stato proposto anche un sondaggio su Alessandro Sallusti come possibile sindaco di Milano. Tra coloro che hanno voluto esprimere la propria intenzione di voto, ne abbiamo il 40% che voterebbe il giornalista italiano, direttore responsabile de Il Giornale. Il 59%, invece, non darebbe il proprio voto al candidato che scenderebbe in campo per il centrodestra, mentre l'1% è incerto. Di queste ore è la notizia che Giuseppe Sala, che nei mesi scorsi è stato commissario unico di Expo 2015, sarà protagonista delle primarie del PD che si svolgeranno a febbraio. Il dirigente, durante un'intervista a Sky TG24 ha affermato che se dovesse essere lui il candidato di centrosinistra, gli avversari punterebbero tutto su Alessandro Sallusti, che ha un discreto appeal. #Politica Milano