Attenzione a non far innervosire l'inquilino del piano superiore, potrebbe cercare di vendicarsi graffiandovi appositamente l'automobile parcheggiata nell'atrio del palazzo. Tutto questo oggi è possibile, a seguito del decreto con cui il governo ha deciso di depenalizzazione alcuni rati, trasformandoli penali nei più lievi illeciti amministrativi. Una decisione che inevitabilmente ha creato numerose polemiche, tra favorevoli e contrari rispetto alla scelta del #Governo. Un dibattito ancora acceso, mentre si iniziano a vedere in concreto gli effetti dell'emanazione del decreto sulle depenalizzazioni.

Il reato di daneggiamento

Tra i reati depenalizzati rientra anche quello di danneggiamento, così se qualcuno con un chiodo decide di graffiare la vostra vettura non risponderà più di un reato penale, ma di una sanzione civile che andrà dai 100 euro agli 8.000 mila euro.

Pubblicità
Pubblicità

Questo a meno che l'auto non sia parcheggiata su di una pubblica via, in tal caso si tratta di danneggiamento aggravato, ed il reato per questa fattispecie resta immutato.

Per chi invece scenda da casa e trovi la propria auto graffiata nel cortile condomiale, dovrà rivolgersi al giudice civile per effettuare la richiesta di risarcimento danni. Una situazione difficile per vedersi tutelare un proprio diritto, come spesso accade nel nostro paese, mettere in moto la giustizia equivale a perdere tempo e non sempre ad ottenere il risarcimento.

Il decreto sulle depenalizzazioni emanato dal governo funzionerà?

Come abbiamo visto, alcuni reati sono stati depenalizzati dal governo e l'elenco è molteplice tra cui rientrano: riciclaggio, guida senza patente, delitti contro la persona. L'idea è quella di diminuire il lavoro all'interno dei tribunali ed aumentare l'ammenda con la speranza che questo ne possa scoraggiare il comportamento.

Pubblicità

Funzionerà? I dubbi sono legittimi, con la scelta del governo che non sembra possa portare ai risultati sperati. Staremo a vedere, fermo restando che la situazione non è delle più semplici, e che la depenalizzazione di alcune fattispecie non è un buon deterrente. #assicurazioni auto on line