Dopo averlo annunciato diverse volte, finalmente il Presidente degli Stati Uniti D’America, #Barack Obama, si appresta a prendere seri provvedimenti sull’utilizzo delle armi negli Usa. Obama è più volte intervenuto dopo le continue stragi che si sono registrate in tutto il paese provocando decine di morti innocenti, spesso anche bambini, sostenendo che sarebbe stato doveroso prendere delle decisioni immediate e  con carattere di urgenza riguardo il possesso delle armi dei cittadini americani. Negli Stati Uniti comprare un’arma e possederla è molto semplice, si tratta di un diritto sancito dalla Costituzione e, per tale motivo, nessuno mai è riuscito davvero a prendere dei provvedimenti concreti in merito, nonostante i casi di sparatorie siano ormai decine per un fenomeno che troppo spesso è scappato di mano alla politica e alle forze dell’ordine.

Pubblicità
Pubblicità

Per Obama il primo scoglio da superare sarà quello del Congresso, molti dei membri, infatti, sostengono a spada tratta l’utilizzo delle armi e ogni volta che il presidente ha proferito parola in merito non sono mai mancati gli attacchi durissimi dell’opposizione. Barack Obama ha però fatto sapere che le decisioni che si accinge a prendere saranno nell’ambito di quelli che sono i suoi poteri e che non intende in alcun modo scavalcare il Congresso e nemmeno il secondo emendamento della costituzione che sancisce la libertà di portare armi. “Negli Usa – ha dichiarato il Presidente Obama – le stragi di massa sono più comuni che in altri paesi, sarebbe dovere del Congresso reagire a questi dati”.

Incremento del personale FBI e fondi per la salute mentale

L’idea del Presidente americano è quella di intensificare i controlli sui venditori che dovranno a sua volta fare le dovute verifiche sugli acquirenti, per evitare di vendere armi a persone pericolose o non sane di mente.

Pubblicità

In parallelo il Presidente Barack Obama intende rafforzare le unità dell’FBI incrementando il personale del 50%, un aumento che consentirà così di intensificare i controlli sulla compravendita di armi da fuoco. L’altra misura prevista da Obama sarà quella di stanziare 500 milioni di dollari per azioni relativi alla salute mentale perché, molto spesso, le stragi sono provocate da soggetti che presentano disturbi psichici e che riescono ad agire superando tutti i controlli del caso.

La decisione di Obama sarà sicuramente salutata con grandissimo favore da parte dell’opinione pubblica mondiale, certamente invece troverà molti ostacoli proprio all’interno degli Stati Uniti dove la detenzione delle armi è molto diffusa. Molti oppositori di Obama sono convinti sostenitori dell’utilizzo delle armi sia per un discorso legato alla legittima difesa, sia per il fatto che in America quello delle armi rappresenta uno dei business più importanti. #Esteri