Dopo settimane di dibattiti infuocati e manifestazioni di  piazza, come il Family Day, la situazione politica è tutt'altro che serena. Renzi non si fida dei numeri al Senato e la maggioranza che tiene in piedi il #Governo ha deciso di affidare il ddl sulle Unioni civili all'emendamento detto Supercanguro

Si tratta di un emendamento sovradimensionato che serve a far decadere gli emendamenti dell'opposizione e a non disperdere i voti della maggioranza. Se da un lato il premier rimane fermo sulla sua decisione, di portare avanti la legge così com’è stata concepita inizialmente, tutti gli attori attorno a lui sembrano avere qualcosa da contestare.

Pubblicità
Pubblicità

Come, ad esempio, il presidente della Cei, il cardinal Angelo Bagnasco, che si è espresso nei confronti del Senato sulla necessità di votare le unioni civili con il voto segreto. Sia Renzi che il presidente del Senato Grasso hanno risposto che delle procedure rispondono e prendono le decisioni solo le istituzioni e che il Parlamento è sovrano.

Anche dall’opposizione arrivano degli appelli verso il premier, affinché modifichi la legge, e che sia stralciata la norma sulla stepchild adoption, lasciando spazio solo alle unioni civili.

Alfano invita il Movimento 5 stelle e l’ala cattolica dei democratici a votare no alla stepchild adoption, e in diretta tv, dalla trasmissione “In mezz’ora” condotta da Lucia Annunziata, ha auspicato un cambiamento radicale riguardo la legge che dovrà passare, ribadendo la sua contrarietà sulla parte riguardante le adozioni del ddl Cirinnà.

Pubblicità

Se la legge dovesse passare così com’è, ha detto, sarebbe pronto ad chiedere un referendum.

Il dibattito impazza su argomenti come utero in affitto e maternità surrogata. E’ di qualche giorno fa la proposta del gruppo di senatori “Idea”, guidato da Quagliarello, sul considerare i bambini nati dalla maternità surrogata “senza genitori” e “adottabili”.

Il dibattito sembra essere sfuggito di mano alla politica ed è andato molto oltre i limiti del ddl Cirinnà. Anche per questo motivo oggi pomeriggio ci sarà un vertice decisivo del Pd per stabilire la linea di voto. Oltre al ministro Boschi, saranno presenti al tavolo di discussione anche il vice segretario del Pd, Lorenzo Guerini, il capogruppo al Senato, Luigi Zanda e il senatore autore dell’emendamento “supercanguro”, Andrea Marcucci. #Matteo Renzi #Politx