In una conferenza alla stampa estera, #Matteo Renzi traccia il bilancio dei due anni di #Governo che ricorrono nella giornata di oggi 22 febbraio. Tanti sono i punti toccati durante la conferenza, tra cui l'annuncio importante che ha generato scalpore e scetticismo. Si tratta della Salerno-Reggio Calabria e il presidente del consiglio Renzi, ha affermato che verrà inaugurata entro la fine dell'anno, precisamente il 22 dicembre 2016. Ha parlato poi di crescita, di spending review e dei tanti ottimi risultati ottenuti fino ad ora.

Tante iniziative stanno andando avanti

Tanti sono i risultati ottenuti da Matteo Renzi in questi due anni di Governo.

Pubblicità
Pubblicità

Durante la conferenza ha annunciato che tante iniziative stanno andando avanti e che il nostro Paese non ha più il segno meno al Pil, bensì il segno più. Il presidente del consiglio annuncia che l'Italia è forte ma ha bisogno ancora di lavorare tanto e rivendicando i risultati ottenuti ha affermato che il futuro è tornato di casa nel nostro Paese. Segni di ottimismo che generano ottime aspettative in chi ascolta. Matteo Renzi ne approfitta, inoltre, per difendere anche i dati macroeconomici del suo governo affermando che il deficit italiano è il più basso negli ultimi dieci anni grazie soprattutto alla spending review. Altro tema importante che è stato toccato è il rapporto con l'Unione Europea. Su questo Renzi è chiaro. L'Italia sta lavorando e sta lottando per ricostruire l'ideale europeo e dunque il premier afferma che, se l'Europa non cambierà, si rischierà di dover fronteggiare una costruzione di un istituzione politica.

Pubblicità

'Inaugureremo la Salerno-Reggio Calabria'

Obiettivo importate per il presidente del Consiglio Renzi è poi la situazione della Salerno-Reggio Calabria, la famosa autostrada che attraversa la Calabria e che da anni è sempre oggetto di ripristino e malcontento. Ha colto dunque l'occasione per fare una pubblicità di progresso ed ha affermato che  il 22 dicembre 2016 l'A3 verrà inaugurata. L'annuncio è stato accolto in sala con uno stupore collettivo e con tanto mormorio. Tanta è stata infatti l'incredulità dei presenti e Renzi ha replicato immediatamente dicendo 'A tutti quelli che hanno fatto 'oohhh', dico che sarete costretti a fare un pezzo di strada in macchina: guiderò io e anche se la strada è migliore vi sentirete male lo stesso'. Un'affermazione ed una promessa molto forte quella di Renzi, considerando che è un ritornello che si sente da anni al Sud.