Dopo circa tre anni d'attesa, è finalmente arrivato il momento della discussione dei disegni di legge relativi ad #amnistia ed Indulto. A partire da oggi, martedì 15/03/2016 e per le prossime due giornate, la seconda Commissione di Giustizia Permanente del Senato Italiano discuterà infatti delle proposte di Legge relative alle due spinose questioni che affliggono il sistema italiano. La discussione congiunta in calendario approfondirà le tematiche inserite nei quattro ddl ed in particolar modo si soffermerà sull'abolizione del cosiddetto reato finanziario e sulla possibile introduzione della giustizia telematica che aiuti in specifici casi a velocizzare i lunghi processi giudiziari.

Pubblicità
Pubblicità

Nonostante alcuni miglioramenti fatti registrare durante gli ultimi mesi, uno dei problemi principali legati al mondo delle carceri rimane infatti quello del sovraffollamento dei penitenziari e delle cattive condizioni di molte strutture di reclusione.

Novità relative al mondo di sovraffollamento, amnistia ed indulto

oltre all'inizio delle discussioni in Senato, si sottolinea un articolo pubblicato da "Il Giorno" nel quale si elogia il carcere di Bollate come casa penitenziaria da prendere a modello per migliorare la situazione italiana. Nonostante la decisione della Commissione Europea di archiviare la famosa sentenza Torreggiani, i numeri relativi alle carceri italiane rimangono infatti ancora critici come riportato nella scorsa settimana dal documento statistico ufficiale.

Pubblicità

In Italia si conta infatti un totale di 45.000 posti disponibili contro una popolazione carceraria di ben 54.000 unità (sovraffollamento presente sia nelle regioni del nord sia in quelle del centro-sud). Alla luce di questi dati diventano dunque ancora più importanti le decisioni della Commissione del Senato in tema di amnistia ed indulto visto che tali manovre potrebbero aiutare una riduzione del numero di reclusi. Voi cosa ne pensate? Pensate che questa sia l'unica soluzione per migliorare le condizioni del mondo della Giustizia d'Italia?