In occasione della conferenza stampa indetta presso la Camera dei Deputati, gli esponenti di Forza Italia Renato Brunetta, Laura Ravetto e Michaela Biancofiore hanno affrontato in maniera diretta il tema dell'immigrazione clandestina, intitolando l'incontro "No al muro del Brennero annunciato dall'Austria".

Proprio la deputata Biancofiore si è distinta per affermazioni piuttosto rilevanti in tema di immigrazione, concentrandosi soprattutto sul Trentino Alto Adige, ossia la regione dove è stata eletta, parlando dei tanti probabili arrivi e delle possibili conseguenze negative per questa zona.

Biancofiore: "In Alto Adige ragazze cristiane invase da giovani immigrati"

Uno dei passaggi più rilevanti della conferenza stampa della forzista è stato il seguente: "immaginate la nostra regione, dove minimo giungeranno 27 mila e 500 immigrati clandestini, questo nella sola provincia di Bolzano e qui, come saprete la maggioranza dell'immigrazione è costituita da ragazzi di età compresa fra i 18 e i 21 anni".

Pubblicità
Pubblicità

Per poi continuare in questi termini: "questo è un problema che va sottolineato, perchè dovete immaginare le nostre ragazze che sono belle, bionde ed eteree, ma anche religiose e cristianissime, che avranno a che fare con un'invasione di questi maschi mossi, talvolta, dagli ormoni".

Dichiarazioni davvero velenose quelle rilasciate dall'esponente del partito guidato dall'ex Premier #Silvio Berlusconi, tanto da sembrare piuttosto vicine agli estremismi spesso mostrati dal leader della Lega Nord, Matteo Salvini. A riprova di ciò, anche Renato Brunetta non è sembrato apprezzare queste dichiarazioni, e lo ho mostrato scuotendo il capo nel corso della conferenza stampa.

Ecco il video con le frasi dell'onorevole Michaela Biancofiore, destinate a far molto discutere

Dopo aver ascoltato queste affermazioni, cosa ne pensate? Si tratta di discorsi offensivi e al limite del razzismo, oppure la deputata cerca di prevenire spiacevoli episodi di violenza contro le donne del nostro paese? Potete dirci la vostra ricorrendo alla sezione commenti. #Forza Italia #Matteo Salvini