In un articolo del Corriere della Sera sono stati pubblicati i #Sondaggi politici che illustrano le intenzioni di voto ai partiti nel mese di marzo. A distanza di un trimestre dall’ultima rilevazione, IPSOS ha provveduto a render noto il quadro che riguarda la situazione nel nostro Paese, ipotizzando persino un ballottaggio fra i primi della classe. Dai dati emerge che il Partito Democratico ha guadagnato terreno sui rivali, primo fra tutti il Movimento 5 Stelle, che nel più dei casi ha dovuto cedere qualche punto percentuale dall’inizio dell’anno. Interessante è anche l’ascesa di Forza Italia, che ha quasi raggiunto Lega Nord. Vediamo dunque i valori precisi attribuiti a ciascuna forza politica ed ai giudizi sull’operato del Presidente del Consiglio e dei suoi ministri.

Pubblicità
Pubblicità

IPSOS: PD vincente al ballottaggio

L’istituto di ricerche fa registrare un +1% per il #Pd, che da dicembre ad oggi si è portato al 32,2%. Alle sue spalle ha perso contatto il M5S, che era giunto a circa due punti di distanza. Oggi il movimento di Beppe Grillo si trova al 26,9%, con una perdita del 2,2%. In calo anche il partito di Matteo Salvini (-1,1%), che viene attestato al 13,2% e si trova alle calcagna Silvio Berlusconi (13%), che fa segnare un +2,2% nel giro di tre mesi. Flessione per Sinistra Italiana (-0,2%), che scende al 3,2%, una lunghezza sotto Fratelli d’Italia (4,2%), che ha perso lo 0,1%. Troviamo l’area popolare di Nuovo Centrodestra e Udc al 3,9% stabile, mentre Scelta Civica è ferma allo 0,7%; gli altri partiti del Csx si attestano allo 0,5% (=), mentre quelli di sinistra sono quotati all’1,1% (+0,1%), lo stesso valore delle altre liste, che però sono in crescita dello 0,3%.

Pubblicità

Come accennato prima, è curioso il quadro al secondo turno elettorale, dove il partito di Governo uscirebbe vincitore sia nella sfida contro i grillini, che contro la lista unica del Cdx. Nel primo caso avremmo 51,2% vs 48,8%, mentre nel secondo caso ci sarebbe il 53,5% vs 46,5%. E qualora il partito di Matteo Renzi fosse fuori da questa lotta? In tal caso la spunterebbero i pentastellati sul centrodestra con un ampio margine (55,1% vs 44,9%). Concludiamo con le opinioni della gente sui parlamentari che compongono il Governo. In testa troviamo il Premier con il 38%, poi abbiamo Padoan, con giudizi positivi al 29%, ed in terza piazza appaiati Franceschini, Lorenzin e Delrio (25%). Nelle ultime posizioni troviamo Guidi e Galletti al 14%, mentre Costa chiude con il 7%. Gli spesso criticati Poletti e Giannini, si trovano a metà classifica e non superano i venti punti percentuali.

Prima di lasciarvi, ricordiamo che nel recente sondaggio, redatto per Rainews24, sono stati interpellati gli italiani anche su altre tematiche.

Pubblicità

In merito alle preoccupazioni, il 42% ritiene che la crisi economica sia il principale problema attuale, con l’allarme terrorismo islamico al 23% e l’immigrazione al 22%. Preoccupa decisamente meno l’instabilità in Libia (4%), così come i rapporti con la Russia (3%), mentre il 6% risponde populismo.