Non ci sono più dubbi, il giorno delle prossime elezioni comunali sarà il 5 giugno. L'ufficialità della data tanto attesa è finalmente arrivata dopo un decreto approvato dal ministro dell'Interno Angelino Alfano ed è stata resa nota direttamente dal Viminale. Saranno più di 1300 i comuni chiamati alle urne nella prossima tornata elettorale di domenica 5 giugno.

Diversa la data, invece, per i cittadini residenti in alcune delle regioni denominate a 'statuto speciale'. Infatti, chi è residente in Trentino Alto Adige, dovrà recarsi ai seggi elettorali domenica 8 maggio, mentre in Valle d'Aosta i cittadini voteranno il 15 maggio. Per le altre regioni a statuto speciale come Friuli Venezia Giulia, Sicilia e Sardegna, si voterà nella stessa data delle altre regioni, ovvero il 5 giugno.

Pubblicità
Pubblicità

Il 7 maggio è il termine ultimo per presentazione delle liste

Seppur le principali forze politiche si stiano muovendo già da diverso tempo, presentando in larga parte le diverse candidature con i loro programmi per vincere le prossime elezioni, ci sono ancora comuni dove prevalgono dubbi sulle possibili liste. Infatti, per far chiarezza su questa situazione, il ministro Angelino Alfano ha fissato anche al prossimo 7 maggio la data ultima per presentare la propria lista e candidarsi alle amministrative.

Ecco i principali comuni al voto

Sono ben 1371 i comuni che domenica 5 giugno saranno chiamati alle urne, per il primo turno delle amministrative 2016Tra questi comuni sono 26 quelli capoluogo di provincia, dei quali sette sono anche capoluoghi di regione.

Le principali città italiane, chiamate a cambiare il sindaco nella prossima tornata elettorale di giugno, sono la capitale Roma che vede una bella sfida tra Roberto Giachetti del Partito Democratico, Virginia Raggi del M5S e Giorgia Meloni del centrodestra; si voterà anche nei comuni di Milano, Bologna, Napoli, Torino, Cagliari e Trieste.

Nei comuni che superano i 15.000 abitanti si vota con un sistema maggioritario dove per non accedere al secondo turno (ballottaggio) uno dei candidati dovrà superare il 50% + 1 dei voti. Per il possibile turno di ballottaggio, invece, la data sarà il 19 giugno.

Pubblicità

#Elezioni Amministrative #Pubblica Amministrazione