La 2ª commissione Giustizia al Senato si riunirà tra poche ore per discutere alcuni temi, tra cui quello relativo alle misure di clemenza. Come si può leggere nel calendario pubblicato sul portale ufficiale, avremo un doppio appuntamento attorno al tavolo nelle giornate di mercoledì 6 e giovedì 7 aprile 2016. In primissimo piano ci sarà la giustizia telematica, ma tra gli obiettivi ci sarebbe anche quello di unificare i disegni di legge su amnistia e indulto, che tra l’altro bisognerebbe addirittura aggiornare visto che la situazione nelle carceri è mutata rispetto a prima che vi era un grave problema di affollamento delle celle. In attesa di scoprire quelle che saranno le novità che emergeranno dalle riunioni dei parlamentari italiani, vediamo di scoprire le ultime news sull’argomento.

Pubblicità
Pubblicità

Carceri: proseguono i decessi, situazione preoccupante nelle Marche

Nei giorni scorsi vi avevamo riportato le dichiarazioni di Ornella Favero in merito ai suicidi all’interno degli istituti penitenziari. L’allarme arriva anche dalla regione Marche, dove vi sarebbe una situazione preoccupante, segnalata da Samuele Animali. Il presidente di CNCA Ancona sottolinea come nell’ultimo triennio ci siano state numerose morti tra i detenuti, tra cui 3/4 suicidi segnalati nel carcere di Montacuto. L’avvocato anconetano, che da tempo si occupa dei diritti dei reclusi, dichiara che non vi è stato un rifinanziamento della legge quadro nel territorio marchigiano, perciò non ci sono più corsi professionalizzanti e di conseguenza poche ore di psicologo. Samuele Animali ha poi aggiunto che a volte non viene segnalata in tempo l’incompatibilità di alcune persone con la detenzione, cosa che ha portato ultimamente alcuni carcerati a togliersi la vita.

Pubblicità

Questo è uno dei problemi su cui bisogna intervenire, ha infine concluso, ma ad oggi non si è ancora trovato un punto d’incontro per risolverlo.

Al centro dell’attenzione in questi primi giorni d’aprile anche la questione legata agli ospedali psichiatrici giudiziari, che sarebbero dovuti essere chiusi definitivamente dalla fine del mese di marzo, cosa che però non si è verificata completamente. Infatti, Sara De Carli ha voluto segnalare che ci sono ancora circa 90 internati negli OPG sul territorio nazionale, sparsi tra Toscana, Emilia Romagna, Campania e Sicilia. Franco Corleone, nominato di recente commissario unico per il superamento di tali ospedali, ha fatto sapere che la situazione sta migliorando e che a breve ci sarà una risoluzione a tutto questo. L’apertura dei REMS nelle regioni di Piemonte, Abruzzo e Calabria, consentirà di chiudere definitivamente gli OPG e trasferire gli internati presso queste residenze per l’esecuzione delle misure di sicurezza. L’esponente dei Verdi Arcobaleno ha poi aggiunto che avremo un incremento della capienza anche presso le REMS in Veneto e Toscana. #Governo #amnistia #indulto