"Bisogna cercare di convincere gli elettori, anche recandosi nelle loro case, che è necessario votare se vogliamo che #Milano cambi in meglio". Così si è espresso #Silvio Berlusconi, in diretta al telefono, mentre era in corso una manifestazione in sostegno del candidato Stefano Parisi, all'Unione del Commercio di Milano. "Queste elezioni sono di fondamentale importanza, per cambiare non solo la nostra città ma anche la politica italiana - ha aggiunto - Solo facendo ripartire Milano, in seguito potrà esserci l'inizio della ripresa per tutto il paese".

Berlusconi: l'Italia riparte se andiamo tutti a votare

L'ex premier Berlusconi ha sottolineato, durante il suo intervento, di aver voluto Mariastella Gelmini come capolista:  la persona più giusta che potevamo scegliere - ha dichiarato - perché crede tantissimo in queste elezioni.

Pubblicità
Pubblicità

Oggi si vive nel timore in parecchie zone della città, se vogliamo liberarla finalmente dalla paura è necessario che tutti vadano a votare. In questo modo sarà possibile riportarla ai livelli dell'amministrazione Albertini. Se vogliamo servizi funzionanti, maggior sicurezza, meno degrado e furti, più ordine, sicurezza e disciplina, se la gente vuole tornare a uscire la sera senza timore, visto che il governo del Pd e di Pisapia non è stato capace di fare quasi nulla per migliorare Milano, dobbiamo votare tutti. Ognuno cerchi di convincere, spiegando l'importanza del voto in queste elezioni, chi conosce e si dichiara da tempo ormai rassegnato: un impegno che dovrà essere svolto in modo capillare".

Berlusconi: "tutti impegnati per le imminenti elezioni"

"Sono troppe le persone deluse e disgustate dalla politica che, per almeno il 50%, non sono andate a votare nelle ultime tre elezioni - ha affermato Berlusconi - pensando erroneamente che fosse inutile.

Pubblicità

Si sono rassegnati anche quelli che hanno sempre avuto tanta volontà e buon senso nel cercare di migliorare questa città. Quindi, la campagna elettorale più importante, in vista di quella per le elezioni nazionali, sarà proprio questa. Bisogna andare a trovare a casa coloro che non intendono recarsi alle urne. Come una catena di Sant'Antonio, possiamo iniziare spiegando a queste persone che il loro voto è indispensabile se vogliamo finalmente togliere Milano dalla paura, e per trasformarla in meglio tutti devono contribuire. Solo così potremo vincere e dare inizio alla ripresa". 

Domenica 5 giugno è la data ufficiale delle elezioni, seguite il 19 dall'eventuale ballottaggio. "Speravo che gli elettori potessero recarsi alle urne anche il giorno dopo, lunedì 6 - ha espresso con disappunto il candidato Stefano Parisi a un incontro di Forza Italia -. Il fatto che sia consentito votare solo domenica 5 è una grande mancanza di rispetto".  #Elezioni Amministrative