Lo scontro in Forza Italia sembra non volersi placare. La convergenza su Giorgia Meloni o sul centrista Alfio Marchini sembra sfumare dopo le dichiarazioni del candidato azzurro Bertolaso che ha annunciato: "resto in campo come candidato di Forza Italia, vado avanti". Ma è davvero il candidato di tutto il partito? Stando a certe dichiarazioni non si direbbe. 

Renato Brunetta ha difatti annunciato che bisogna cercare l'unità del centrodestra se si vuol passare il primo turno al ballottaggio. E gli esponenti settentrionali del partito non ci stanno ad una rottura con il Carroccio. La maggior parte dei forzisti è convinta che bisognerebbe puntare sulla Meloni, che stando ai sondaggi si aggirerebbe attorno al 20%, e quindi circa alla pari del candidato PD Roberto Giacchetti ma distante da Virginia Raggi, data come favorita al 26%.

Pubblicità
Pubblicità

Nel caso di una convergenza di tutto il centrodestra su Giorgia però questa si attesterebbe addirittura alla pari della candidata grillina e il balottaggio sarebbe di più facile portata. 

C'è poi chi preme per appoggiare il centrista Alfio Marchini, come Fedele Confalonieri che avrebbe consigliato a Berlusconi di rompere con gli alleati e convergere su di lui. In questo caso si aprirebbe un nuovo scenario perché la Meloni continuerebbe a correre da sola ma resterebbe stabile al 20% e Marchini supererebbe Giacchetti e si posizionerebbe di pochi punti al seguito della Raggi. La Meloni e Marchini sembrerebbero dunque avere due elettorati alternativi ma che se non uniti manterrebbero il centrodestra fuori dalla corsa. Bertolaso però non bada ai numeri e annuncia di non essere interessato ai teatrini politici quanto alla risoluzione dei problemi che affliggono la capitale.

Pubblicità

Berlusconi si ritrova in un bel dilemma e nonostante rimproveri alla Meloni di aver rotto gli accordi che prevedevano l'unità sulla candidatura dell'ex capo della protezione civile, sa che senza di lei la partita potrebbe essere persa ancor prima di iniziare. Nelle prossime ore sono difatti previsti una serie di incontri con i leader di coalizione per risolvere questo grattacapo romano. #Lega Nord #Politica Roma #Elezioni Amministrative