“Io non so come si possa governare un paese quando si è sotto continua minaccia. I terroristi ti attaccano, i razzi ti arrivano addosso, tu hai diritto di difenderti ”, così l’ex Segretario di Stato ora candidata alle primarie democratiche, Hillary Clinton, ha risposto durante il dibattito, che si è tenuto la notte scorsa a New York, a quanto affermato dal suo rivale Bernie Sanders che aveva sostenuto che gli attacchi di Israele su Gaza del 2014 erano stati sproporzionati. E si deve tener conto che Sanders è un ebreo, eppure mostra un tono più conciliatorio quando parla del ginepraio palestinese.

Con Israele al cento per cento, ma...

Sanders sostiene che è vero che Israele ha diritto a difendersi, “ma in un territorio piccolo come Gaza abbiamo avuto diecimila civili feriti e 1.500 morti.

Pubblicità
Pubblicità

Ora se mi chiedete se quell’attacco era sproporzionato, la mia risposta è si, lo era” Sanders dopo aver confermato quanto già dichiarato in passato ha continuato il suo discorso sottolineando di essere pro-Israele al cento per cento, ma “se un giorno nel lungo periodo riusciremo a portare la pace in quella regione, che ha visto così tanto odio, così tanta guerra, noi dovremo trattare i Palestinesi con rispetto e dignità” e ha concluso il suo discorso sottolineando come gli Stati Uniti e le altre nazioni dovrebbero unire le forze per assistere i Palestinesi. 

Israele è qualcosa di più di una semplice vittima

Clinton ha risposto sottolineando come Israele sia qualcosa di più di una semplice vittima. “Loro non si sono cercati questo tipo di attacchi. Non hanno invitato i razzi a piovere addosso alle loro città e villaggi.

Pubblicità

Loro non credono che ci dovrebbe essere un costante incitamento da parte di Hamas, con l’aiuto dell’Iran, contro Israele.” Poi ha ricordato quanto successo nel 2012 quando da Segretario di Stato voleva negoziare un cessate il fuoco, ma Israele non poteva fermare gli attacchi perché non si sapeva con chi negoziare. Riguardo le sofferenze dei civili palestinesi Hillary Clinton ha detto che Israele dovrebbe prendere le giuste precauzioni.

L'attacco su Gaza del 2014 è stato sproporzionato

Sanders ha controbattuto dicendo che la domanda a cui l’ex Segretario di Stato non ha risposto, non riguarda il diritto all’autodifesa di Israele, ma se anche lei ritiene che il conflitto di Gaza del 2014 sia stato “sproporzionato”. “Credo di aver risposto quando ho detto che occorrono precauzioni. Ma come Hamas posiziona le sue armi, il modo in cui spesso fa vestire in abiti civili i suoi combattenti, è terribile”. Questa la risposta di Hillary Clinton. #Esteri