Mancano sempre meno giorni alla giornata di domenica 17 aprile 2016 quando in tutte le regioni d'Italia gli elettori saranno chiamati al voto per esprimere il proprio parere riguardante la possibilità di revoca delle concessioni estrattive di petrolio e gas riservate alle piattaforme già presenzi a meno di 12 miglia dalle coste del nostro paese. Prima di entrare nel dettaglio evidenziando le modalità di voto, le informazioni pratiche e la posizione dei diversi partiti d'Italia è bene evidenziare come la proposta di abrogazione riguardi esclusivamente le trivelle già presenti e come in caso il risultato del referendum del 17 aprile potrà essere rilevante solamente in caso del raggiungimento del quorum.

Pubblicità
Pubblicità

Per prendere in considerazione l'ipotesi di revoca delle attuali concessioni sarà infatti necessaria una maggioranza semplice ma, soprattutto, che almeno il 50% + 1 degli aventi diritto al voto si presenti alle urne (decidere di non presentarsi avrà dunque un peso significativo ed evidenzierà la volontà di non modificare l'attuale Legge). Tutti gli italiani che volessero esprimere il proprio parere avranno a disposizione la giornata di domenica 17/04 (dalle ore 7 alle ore 23) per recarsi presso il seggio indicato dalla propria scheda elettorale.

Referendum concessioni estrattive: ecco come la pensano i partiti politici

Le discussioni riguardanti il referendum sulle trivellazioni stanno diventando sempre più accese viste le opinioni diametralmente opposte di molti partiti politici italiani.

Pubblicità

A favore del "Sì" (interruzione delle concessioni) si sono schierati gli appartenenti alla sinistra ecologica ma anche esponenti dell'estrema destra fino ad arrivare a Beppe Grillo e Matteo Salvini, mentre il "No" sarà certamente sostenuto dal Partito Democratico di Matteo Renzi. Ancora nessuna posizione ufficiale presa da Forza Italia ed NCD. Per tutti gli italiani ancora decisi o confusi sulla decisione da prendere sono inoltre consigliati i numerosi questionari online che aiuteranno a capire il personale posizionamento (consigliato quello presente sul sito ufficiale de "Il Sole 24 Ore"). #Elezioni politiche