Nuovo aggiornamento sui #Sondaggi politici. Pollice in su per la Lega Nord, che trascina la coalizione del Centrodestra al sorpasso sul Pd. Che il partito del governo sia in difficoltà non lo scopriamo di certo oggi ed il Movimento 5 Stelle è pronto ad approfittarne, vista la ripresa delle ultime settimane. Berlusconi non si è mai nascosto su un eventuale sorpasso ai danni del Partito democratico ed ora i fatti sembrano dare ragione all'ex cavaliere, che rimane al fianco di Bertolaso nella corsa a sindaco di Roma dell'ex capo della Protezione civile. 

Salvini esalta il Centrodestra

Gli ultimi sondaggi politici di EMG a metà aprile certificano il sorpasso della coalizione unita del Centrodestra nei confronti del Pd.

Pubblicità
Pubblicità

I liberali, se si uniscono i punti di Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d'Italia, raggiungono il 31 per cento contro il 30,9 del Partito democratico. Il partito di maggioranza è sceso ancora, perdendo lo 0,3 rispetto all'ultima rilevazione. Chi invece è cresciuto di oltre mezzo punto percentuale è la Lega. Il Carroccio sale al 14,4 per cento, compensando la perdita dello 0,4 avuta da Forza Italia. Stabile Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni al 4,4 per cento, scavalcata da Sinistra Italiana, che tocca il 4,5%, in rialzo dello 0,2 per cento rispetto a due giorni fa. Negli ultimi giorni Salvini si è intanto schierato a favore del sì al referendum contro le trivelle. Per l'occasione, ha indossato una felpa con scritto 'Stop trivelle, vota sì'. 

Il Movimento non arretra di un millimetro

Volendo usare l'espressione utilizzata da Di Maio, leader carismatico del Movimento 5 Stelle e considerato come il candidato più credibile per la carica di premier in un eventuale governo a maggioranza 5 Stelle, il M5S non arresta di un millimetro.

Pubblicità

Il dato rimane lo stesso di una settimana fa (27,3, meno 0,1 per cento), la determinazione nel mandare a casa il governo aumenta. Si attende il referendum sulle Trivelle ma sopratutto si attende l'appuntamento con la sfiducia al governo. Intanto Virginia Raggi a Roma aumenta il suo divario da Giachetti, candidato del Partito democratico, che insegue la grillina a 3 punti percentuali. Lontanissima la Meloni, al 17 per cento. All'8 per cento Guido Bertolaso, il cavallo di battaglia di Silvio Berlusconi, mentre poco sopra il 10 per cento si trova Alfio Marchini. Il Movimento 5 Stelle qualora vincesse con la Raggi a Roma avrebbe il trampolino ideale per un trionfo alle prossime elezioni politiche.