Arrivano i nuovi dati sui #Sondaggi politici per Milano elaborati da Scenari Politici - Winpool per Huffington Post. Grande sorpresa al secondo turno, volgarmente parlando il ballottaggio, dove il candidato del Centrodestra, Stefano Parisi avrebbe la meglio su Giuseppe Sala, candidato del Pd, ex commissario unico di Expo 2015. Una rimonta pazzesca per Parisi contro quello che era considerato da tutti come il favorito numero uno per la vittoria alle prossime amministrative della città meneghina fino ad un mese fa. Intenzioni di voto confortanti anche per il Centrodestra, che si riscopre vincente con la condizione di correre però unito, condizione questa che dovrebbe mancare nella capitale, a Roma, dove Guido Bertolaso, ex capo della Protezione Civile, dovrebbe concorrere da solo o insieme ad Alfio Marchini, con la Meloni, appoggiata da Salvini, pronta a prendersi la sua città al secondo turno, dove concorrerebbe contro Virginia Raggi del Movimento 5 Stelle, sempre che la leader di Fratelli d'Italia superi al primo turno Giachetti del Pd. 

Secondo turno Milano, il Centrodestra si riscopre vincente

Le elezioni amministrative di Milano si avvicinano.

Pubblicità
Pubblicità

Il Centrodestra, alla luce degli ultimi dati, può sorridere. Nonostante al primo turno Parisi sia dato indietro rispetto a Sala, con i due candidati divisi da 2,5 punti percentuali, il ballottaggio vede il candidato di Lega e Forza Italia al comando, con il 52 per cento contro il 48 dell'avversario del Partito democratico, nome forte voluto da Matteo Renzi. Di recente si è tenuto il primo confronto pubblico tra i due, alla presenza del 'mediatore' Sangalli. Parisi ha attaccato a testa bassa, criticando le tasse dell'amministrazione Pisapia, la pedonizzazione ad ogni costo, il ruolo non decisivo di Expo per i commercianti. Sala ha incassato il colpo, sfogandosi a margine del confronto con i giornalisti presenti, affermando che l'esposizione universale in realtà è stata importante. Di recente Parisi ha confermato la sua presenza al corteo per la Festa della Liberazione nella giornata del 25 aprile (oggi ndr).

Pubblicità

Il candidato del Centrodestra sarà al fianco della Brigata ebraica. Augurandosi che non ci siano scontri e incidenti in occasione della festa di oggi, il candidato sindaco di Milano dell'area liberale ha ringraziato Sala, il quale si ha apprezzato l'adesione del rivale alla festa del 25 aprile augurandosi anche non venga contestato. Ha questo proposito, Parisi ha ribadito che nelle liste che lo appoggiano non sono presenti candidati che richiamano ai movimenti della Le Pen e di Casa Pound.