Ma quante Idomeni ci sono in Grecia? Con precisione, probabilmente, non è possibile stabilirlo, data la crescita esponenziale del numero di profughi approdati in terra ellenica. Si calcola che siano circa 150 mila solo a partire dall’inizio del 2016: una cifra ingente rispetto alle stime dello stesso periodo del 2015, in cui gli arrivi non avevano neanche raggiunto le 10mila unità. Si scappa dalla guerra, principalmente, mettendo in gioco la propria stessa sopravvivenza, e lasciando alle spalle tutto, pur di trovare un futuro migliore. Ma l’Europa è in grado di assicurarlo? Non sembra a giudicare dai fatti, che raccontano di una Grecia tappezzata di rifugi spesso improvvisati.

Pubblicità
Pubblicità

Nella sola area di Salonicco e fino al confine con la Macedonia, sono sorti almeno nove campi. Poi ci sono gli hot spot nati sulle isole del Dodecanneso, tradotti praticamente in centri di detenzione forzata a seguito dell’intesa raggiunta dall’Unione Europea con la Turchia. Un patto dopo il quale gli arrivi sono diminuiti drasticamente: meno di 2700 migranti sono arrivati in Grecia nel mese di aprile, con un calo del 90% rispetto a marzo 2016, stando alle fonti di Frontex, agenzia dell’UE. Ma gli sbarchi, con l'inizio dell'estate, torneranno probabilmente a salire, anche in Italia. #crisi migratoria