Un giorno per parlare di Europa, del significato che riveste attualmente quest'unione di Stati e delle molteplici difficoltà di natura politica ed economica che i paesi membri devono affrontare. Il 9 maggio si festeggerà la Giornata dell'Europa, momento durante il quale viene ricordata la dichiarazione Schuman, orazione presentata nel 1950: il discorso del politico francese che è stato uno dei padri fondatori della Comunità era incentrato sul progetto di una federazione di stati europei che mettesse le basi per una pace duratura e garantisse a tutti i paesi maggiore sicurezza economica. L'anno successivo venne istituita la Comunità europea del carbone e dell'acciaio da cui ha preso forma la Cee. 

Questa giornata è stata scelta da Schuman anche per ricordare uno degli ultimi atti della seconda Guerra mondiale, la resa della Germania avvenuta l'8 maggio 1945.

Pubblicità
Pubblicità

A quasi settant'anni da tale data una ricorrenza come quella che si celebrerà lunedì assume particolare importanza, considerando soprattutto i cambiamenti e le problematiche che sono emersi negli ultimi anni all'interno dell'Unione, a cominciare dall'accoglienza dei rifugiati o il possibile Brexit: l'uscita dall'Ue del Regno Unito, uno degli stati che ha contribuito fattivamente al nascere di questa federazione continentale avrebbe delle ripercussioni notevoli sui mercati del Vecchio continente.

In questi giorni nelle sedi delle istituzioni dell'#Unione Europea sono in programma iniziative e appuntamenti che hanno lo scopo di far conoscere il funzionamento e le attività che si svolgono negli uffici degli organi comunitari di Strasburgo e Bruxelles. Quest'anno la tematica principale della Giornata dell'Europa sarà la crisi dei rifugiati: stati come Grecia, Italia, Ungheria da mesi devono affrontare il problema dell'arrivo di migliaia di persone che lasciano i propri paesi per non sopportare sopprusi causati da intolleranze politiche, religiose e legate alla razza.

Pubblicità

Trovare soluzioni efficaci a questa situazione è uno degli obiettivi che gli organi dell'Ue si sono prefissati per salvaguardare la dignità umana di chi vive nei territori della federazione.

Anche in Italia sono programma degli eventi che riguardano le amministrazioni e le scuole di molte città.