Alla fine ha vinto il 'Leave' sul 'Remain', 51,9 contro 48,1 per cento. L'Inghilterra ha deciso di uscire dall'UE ma, a questo punto, la clamorosa decisione del popolo britannico, rischia di innescare un temutissimo effetto domino in altri Paesi. Il premier inglese, David Cameron, ha annunciato le proprie dimissioni, perchè ora 'ci sarà bisogno di una nuova leadership'.

Ultime news Brexit, venerdì 24 giugno: Inghilterra fuori dall'UE, ora si teme l'effetto domino

Naturalmente, occorre vedere come reagirà l'Unione Europea di fronte alla decisione dell'Inghilterra. Il presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz incontrerà nelle prossime ore la cancelliera tedesca #Angela Merkel anche se lo stesso Schulz ha smentito la possibilità che si possa verificare una reazione a catena.

Pubblicità
Pubblicità

'Non credo che altri Paesi - ha dichiarato Schulz - intendano intraprendere questa strada pericolosa'.  

Brexit, massima allerta per tutte le banche centrali: Borsa di Milano cede l'8 per cento in apertura

Il contraccolpo sui mercati finanziari europei è stato pesantissimo, anche perchè alla vigilia le borse si aspettavano una vittoria del fronte pro-UE. Deutsche Bank ha previsto conseguenze negative, anche piuttosto marcate. Intanto la sterlina accusa pesantemente il colpo derivante dal Brexit, ampliando il proprio gap in perdita sul dollaro a 1,33. La moneta britannica sta facendo registrare il calo più forte di sempre, si tratta del minimo storico dal 1985.

Tutte le banche centrali sono in massima allerta: il presidente della Banca d'Inghilterra, Mark Carney ha dichiarato che l'Istituto è pronto ad iniettare sul mercato 250 milioni di sterline, per cercare di contenere l'inevitabile contraccolpo finanziario.

Pubblicità

Anche la Borsa di Milano sta risentendo pesantemente della situazione, con l'indice Ftse Mib che cede oltre otto punti percentuali.

Farage esulta: 'E' l'Independance Day della Gran Bretagna, la vittoria contro le bugie e le grandiu banche'

Nigel Farage, leader dell'Ukip, invece, ha esultato per la vittoria 'della gente per bene, della gente ordinaria'. Farage ritiene che sia la vittoria contro le bugie, contro le grandi banche, contro le multinazionali. Il 23 giugno verrà ricordato come 'Independance Day' della Gran Bretagna: ora l'invito viene rivolto anche agli altri Paesi affinchè anche loro seguano l'esempio della Brexit. #Crisi economica #Unione Europea