Il Consiglio comunale di Siracusa non si riunisce più. Da oltre un mese, il Presidente della massima assise cittadina, Santino Armaro, motiva la mancata convocazione dell'assemblea con la mancanza di pareri agli argomenti da inserire all'ordine del giorno ma - in realtà - la motivazione appare pretestuosa, in considerazione del fatto che non tutte le argomentazioni necessitano del parere di uffici o commissioni. E' il caso, per esempio, degli ordini del giorno di iniziativa dei consiglieri comunali. E non sono pochi. La coincidenza vuole che il silenzio in cui è stato ridotto il Consiglio comunale, organo di indirizzo e di controllo dell'Amministrazione cittadina, vada a coincidere con la bufera giudiziaria in corso a Palazzo Vermexio, dove diverse attività degli organi inquirenti si sono tradotte negli ultimi giorni in avvisi di garanzia e notifiche di conclusione delle indagini.

Pubblicità
Pubblicità

Bavaglio al Consiglio comunale?

L'opposizione tuona. E' di oggi una nota a firma dei consiglieri Salvo Sorbello, Cetty Vinci, Massimo Milazzo, Salvo Castagnino e Fabio Rodante: "Riteniamo inaccettabile - scrivono - anche alla luce degli ultimi sviluppi che il consiglio comunale di Siracusa non si riunisca da più di un mese. Anche la seduta programmata per domani è infatti saltata. Il bilancio consuntivo dello scorso anno, il piano spiagge, la situazione di scuole come la Martoglio, i servizi sociali sono soltanto alcuni dei temi che potrebbero e dovrebbero essere affrontati. Non condividiamo quindi l’azione del presidente Armaro, che vuole narcotizzare il consiglio, che è espressione diretta dei cittadini siracusani". Salta, dunque, la seduta prevista per domani, ma non la conferenza stampa che venerdì alle ore 10 presso la sala Archimede vedrà il primo cittadino, Giancarlo Garozzo, intervenire sulla situazione politica e le vicende giudiziarie.

Pubblicità

Armaro a rischio sfiducia

Con questa iniziativa, dunque, Santino Armaro sembra dare una mano d'aiuto all'Amministrazione comunale, evitando il dibattito in aula con un clima incandescente, ma non v'è dubbio che - allo stesso tempo - si facciano strada sempre di più i malumori dei consiglieri comunali nei suoi confronti. #Elezioni Amministrative #Pubblica Amministrazione