Domenica 5 giugno 2016 i cittadini di oltre 1300 comuni, tra cui Roma, Milano, Torino e Napoli, sono chiamati alle urne per le #Elezioni Amministrative. Dato l'ampio numero di persone interessate, è quindi importante fare il punto della situazione, andando a vedere, innanzitutto, gli orari di apertura e chiusura seggi. Non si può poi tralasciare qualche informazione utile, come quelle sui documenti da portare con sé e, soprattutto, sulle modalità di voto, differenti in base alle dimensioni del comune.

Necessaria la tessera elettorale

Alle elezioni amministrative 2016, come in tutte le tornate elettorali, per votare è necessario presentarsi al proprio seggio di appartenenza muniti di documento d'identità e tessera elettorale.

Pubblicità
Pubblicità

Qualora quest'ultima fossa andata smarrita o fossero esauriti i 18 spazi sui quali viene apposto il timbro che certifica l'avvenuto voto, si può fare richiesta all'ufficio elettorale del proprio comune o, nel caso delle grandi città, del municipio, che provvederà a fornire l'elettore di una nuova tessera o di un attestato temporaneo di ammissione al voto.

Come si vota

Vediamo come si vota alle amministrative. Le modalità differiscono in base alla dimensione del comune. In quelli con meno di 15 mila abitanti, le possibilità sono quelle di tracciare un segno solo sul nome del candidato sindaco, tracciarlo solo sul simbolo di una lista, considerando che il voto sarà comunque assegnato al candidato sindaco corrispondente, o tracciarlo su entrambi. Stesso discorso per i comuni con popolazione residente superiore a 15 mila abitanti, come Roma, Milano, Napoli e Torino, con l'importante ulteriore possibilità per l'elettore di effettuare un voto disgiunto, tracciando un segno sul nome di un candidato sindaco e sul simbolo di una lista correlata ad un altro candidato.

Pubblicità

Discorso a parte meritano le preferenze esprimibili per i candidati a consigliere comunale. In questo caso la distinzione va fatta tra comuni sotto i 5 mila abitanti, dove si potrà assegnare una sola preferenza, e comuni sopra i 5 mila abitanti, dove si potranno esprimere fino a due preferenze. In quest'ultimo caso, i due candidati consiglieri indicati dovranno essere di genere opposto. Qualora questa condizione non venga rispettata, la seconda preferenza sarà annullata.

Orari elezioni amministrative 2016, quando chiudono i seggi?

Nonostante si sia a lungo parlato di estendere il periodo utile a partecipare alle elezioni amministrative nell'arco di due giornate, si voterà solo domenica 5 giugno 2016, con orario di apertura seggi fissato per le 7, mentre le urne chiuderanno alle 23. Nei comuni superiori a 15 mila abitanti, dove nessun candidato ottenga la metà più uno dei voti, si tornerà a votare per il ballottaggio, la cui data è fissata per il 19 giugno.