Alle elezioni comunali di domenica 5 giugno 2016, il sindaco uscente di  Cagliari, Massimo Zedda, della coalizione di centro sinistra, è stato riconfermato al primo turno alla guida della città con il 50.86 % dei voti. Zedda, 40 anni, sostenuto da 11 liste, ha avuto la meglio sul suo diretto avversario, Piergiorgio Massidda, ex senatore di Forza Italia, che si è presentava per il centro destra, ottenendo il 32.26 % dei voti.

Ad Olbia si deciderà al ballottaggio chi sarà sindaco

Gli elettori di Cagliari che hanno dato il voto a Massimo Zedda sono stati pari a 39.900, mentre Massidda è stato votato da 25.305 elettori. Maria Antonietta Martinez del M5S è stata la terza candidata sindaco più votata della città, con il 9.27 % dei consensi e 7.278 preferenze.

Pubblicità
Pubblicità

Ancora più distanziati gli altri quattro candidati sindaco di Cagliari, che hanno ottenuto percentuali di voto comprese tra l'1 e il 3%. 

Anche nella città di Olbia, secondo importante centro dell'isola dove si votava per le comunali, ha prevalso la coalizione di centro sinistra, con il candidato sindaco Carlo Careddu, che ha ottenuto una percentuale di voto pari al 32.36 %. In questo caso però si andrà al ballottaggio, contro il candidato sindaco del centro destra, Settimo Nizzi, la cui coalizione ha ottenuto il 27.47 %. La candidata del M5S, Maria Teresa Piccinnu, si è invece fermata al 19.10 %. Poi Giovanni 'Vanni' Sanna, che ha ottenuto il 14.88 %. E infine, Marco Belata, che con la lista dei civico-indipendentisti ha avuto il 6.17 %. I dati della città di Olbia, anche se molto vicini a quelli reali, non son ancora definitivi, in quanto sono state scrutinate 48 sezioni su 49.

Pubblicità

Nel seggio di Murta Maria ci sarebbero state infatti difficoltà nelle operazioni di conteggio, su poco meno di 1000 voti.

Gli altri comuni sopra i 15 mila abitanti dove si è votato

In Sardegna si votava anche in altri quattro comuni sopra i 15 mila abitanti. Si tratta della città di Carbonia, dove andranno al ballottaggio il candidato sindaco del centro sinistra Giuseppe Casti, che ha avuto il 36.15 % dei voti, pari a 6.074 voti, contro la candidata del M5S Paola Massidda, che è stata votata dal 21.95 % degli elettori, pari a 3.688 preferenze. A Capoterra è già stato eletto al primo turno il sindaco uscente Francesco Dessì, esponente del centro sinistra, con il 62.75% dei voti e 7.407 preferenze.

A Monserrato il ballottaggio sarà fra Tomaso Antonio Locci della lista civica Monserrato Libera, che ha ottenuto il 38.71 % e 3.893 voti,  contro Antonio Vacca, sostenuto da Sel, Psdaz e Rosso Mori, con il 21.84 % e 2.197 voti. L'altro comune sardo con oltre 15 mila abitanti dove si votava era infine Sinnai, dove si andrà ugualmente al ballottaggio, il prossimo 19 giugno.

Pubblicità

In questo caso gli elettori dovranno decidere tra Matteo Aledda, sostenuto anche da Sel, con il 45.61 % e 4.304 voti, contro il candidato del centro sinistra Maria Barbara Pusceddu, che ha ottenuto il 38.49 % e 3.632 preferenze.  #Elezioni Amministrative #Cronaca Cagliari