Nata a Roma il 18 luglio del 1978, Virginia Raggi era tra i 200 candidati che a febbraio si erano proposti come sindaco della capitale italiana. E' stata eletta con oltre il 67% dei voti battendo al ballottaggio il suo avversario diretto, Roberto Giachetti.

Conosciamo meglio Virginia Raggi

Cresciuta nel quartiere romano San Giovanni, la Raggi ha conseguito una laurea in Giurisprudenza presso l'università capitolina Roma Tre. Nel 2003 lavora come praticante presso lo studio legale di Cesare Previti. Ad oggi, svolge l'attività di avvocato da più di sei anni. Ha dei trascorsi come volontaria presso alcuni canili municipali di Roma.

Pubblicità
Pubblicità

Nel marzo del 2011, seguendo le orme del marito Andrea Severini, entra a far parte del Movimento 5 Stelle, due anni dopo raggiunge la promozione a consigliera comunale ottenendo 1525 voti, tra le tematiche che da sempre segue maggiormente spiccano l'ambiente e la scuola, essendo anche mamma di un bambino. A febbraio di quest'anno, è stata scelta come candidata sindaco per il M5S tramite un sondaggio online in cui ha ottenuto 1764 preferenze, battendo Marcello De Vito più o meno con 400 voti di scarto. 

La fiducia da parte dei cittadini romani

Domenica 5 giugno i cittadini romani mostrano le proprie preferenze alle #Elezioni Amministrative scegliendo  in maggioranza la pentastellata che però, non raggiungendo il 50 percento più uno dei voti, finisce al ballottaggio contro il candidato del Partito Democratico, Roberto Giachetti.

Pubblicità

In questi ultimi giorni si mormorava già sulla certezza della vittoria da parte della Raggi ed infatti, i romani, chiamati al voto anche domenica 19 giugno, hanno mostrato nuovamente la propria fiducia nei confronti della 37enne del M5S eleggendola con una percentuale che si aggira intorno al 67% dei voti contro il  33% di Giachetti. Fiducia che si riverserà anche nei confronti dell'ex comico genovese Beppe Grillo, infatti per contratto stipulato al momento dell'adesione con il Movimento 5 Stelle, la neo sindaco Raggi, dovrà sottoporre gli atti amministrativi di maggior rilevanza al team di Grillo che deciderà se promuoverli o meno. 

Qualche minuto dopo l'una di questa notte, la Raggi ha fatto il primo discorso in veste di sindaco di Roma: "Per la prima volta Roma ha un sindaco donna, voglio ringraziare Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio per aver creduto in me", ha poi aggiunto di essere pronta a governare per risolvere i tanti problemi che affliggono la capitale. Ha concluso il suo breve discorso affermando: "Sarò il sindaco di tutti i romani, anche di quelli che non mi hanno votato." #Elezioni politiche #Politica Roma