Una lettera di minacce è stata recapitata quest'oggi al comune di #Livorno, destinatario era il sindaco Filippo #Nogarin, del Movimento 5 Stelle.

La lettera conteneva una semplice ma inquietante frase: "Sindaco autorizza la discarica o lo farà il tuo successore", inoltre vi era riportata la foto di due proiettili.

Lo stesso Nogarin sul proprio profilo Facebook, mostrando una foto della lettera ricevuta, ha scritto "Io credo che si tratti di uno scherzo di cattivo gusto. Non avendone però la certezza sono stato costretto a divulgare la notizia e a rivolgermi a Digos e polizia giudiziaria, che hanno aperto un’indagine."

Ricordiamo che il tema della discarica di Livorno è stato uno dei punti centrali della vittoriosa campagna elettorale di Nogarin e di tutto il Movimento 5 Stelle in occasioni delle amministrative della primavera 2014.

Pubblicità
Pubblicità

Su tale questione infatti il gruppo pentastellato ha sempre espresso la propria ferma contrarietà all'apertura di un nuovo sito per lo stoccaggio di rifiuti nel territorio livornese.

Solidarietà unanime a Nogarin dal mondo politico

La notizia sta ovviamente facendo il giro del web e numerose stanno arrivando le condanne da parte del mondo politico. Tra le prime quello del sottosegretario al ministero dell'Ambiente Silvia Velo del PD che ha detto: "Un gesto vigliacco da condannare senza sé e senza ma". Il deputato del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio ha invece detto: "Un invito ulteriore ad andare avanti per la strada tracciata in questi due anni. Non sarà certo una lettera di minacce a fermare la rivoluzione a 5 stelle che il sindaco sta conducendo a Livorno. E lo invitiamo a tener duro sulla questione legata alla discarica anche se sappiamo non essercene bisogno, perché noi abbiamo questa abitudine di mantenere gli impegni che prendiamo in campagna elettorale.".

Prese di posizione unanimi anche a livello locale livornese dove la lista di opposizione di sinistra Buongiorno Livorno ha dichiarato: "Sperando anche noi che sia uno scherzo di cattivo gusto, esprimiamo la massima solidarietà personale e politica a Filippo Nogarin". Di analogo spessore le parole del capogruppo dell'altro gruppo di minoranza "Futuro" Andrea Raspanti, che ha scritto sui social: " La lettera minatoria spedita a Nogarin è un fatto molto grave, che non deve essere sottovalutato. Al Sindaco va tutta la mia solidarietà. Dobbiamo rispedire al mittente risolutamente ogni atto di intimidazione delle istituzioni e delle persone che le rappresentano". Di stesso tenore le parole del PD di Livorno che ha scritto sulla propria pagina Facebook: "In politica la prima regola deve essere quella del confronto civile, anche per evitare che menti deboli e malate arrivino a compiere atti del genere. Solidarietà piena e incondizionata al Sindaco di Livorno Filippo Nogarin." #M5S