"È arrivato il momento di sanare un'ingiustizia, il Governo è pronto a mettere soldi per i rinnovi contrattuali della #Pubblica Amministrazione", queste le parole del presidente del consiglio Matteo Renzi al termine del Consiglio dei Ministri che ha approvato in maniera definitiva un pacchetto di decreti attuativi con molte novità.

Forestale accorpata ai Carabinieri

Grande novità arrivata dal Consiglio dei Ministri è l'accorpamento definitivo del Corpo della Forestale a quello dell'Arma dei Carabinieri, così che lo Stato potrà risparmiare denaro avendo un corpo di sicurezza in meno. Renzi parla apertamente di aumenti per i lavoratori della Pubblica Amministrazione, dichiara che chi lavora sarà premiato e chi invece fa il furbo sarà punito.

Pubblicità
Pubblicità

Saranno stanziati 300 milioni di euro per i rinnovi contrattuali ed eventuali assunzioni per la Pubblica Amministrazione, e di questo stanziamento sono contenti i sindacati, tutte le sigle, CGIL-CISL-UIL hanno dichiarato ampia soddisfazione attraverso i loro leader soprattutto per gli stanziamenti che sono stati messi in campo.

Altre novità targate Madia

Ci sono altre novità in questo pacchetto di decreti attuativi targati Madia, il ministro della PA che ha firmato varie misure. Ci sarà una corsia preferenziale per tutte quelle opere pubbliche che avranno forte impatto su economia e occupazione, ci saranno tempistiche burocratiche più che dimezzate, ed in caso di fermo potrà intervenire direttamente il presidente del Consiglio sulla situazione di stallo.

Pubblicità

Per avere questa corsia preferenziale bisognerà avere un particolare progetto ed ogni anno con scadenza il 31 marzo il presidente del Consiglio deciderà quali saranno i progetti che godranno di tale sprint burocratico. Altra importante novità riguarda le nomine ASL, non saranno più scelte in maniera poco chiara, ma il medico che andrà ad occupare la sedia di manager sarà scelto da una lista creata appositamente, così che non saranno più scelte dettate da una parte politica, dichiara il premier.