Siamo giunti al termine della settimana e vi vogliamo illustrare gli ultimi sondaggi elettorali di SWG. I dati della terza decade del mese di luglio mostrano un calo da parte del Partito Democratico, che nonostante ciò si mantiene in testa. Alle sue spalle, infatti, flette anche il Movimento 5 Stelle, che si mantiene a circa due punti percentuali di distanza dalla vetta. Al contrario di quanto riscontrato da altri istituti di ricerche, qui c’è un’inversione delle posizioni, ma vediamo più nel dettagli i dati per ciascuna delle forze politiche emersi dalle intenzioni di voto, dopodiché analizzeremo la situazione relativa all’elezione del segretario del #Pd, che l’anno prossimo sarà di scena nel corso del congresso del partito.

Pubblicità
Pubblicità

SWG: calo di Forza Italia e sorpasso di Matteo Salvini

L’istituto vede in cima il PD con il 30,6%, con il partito di Governo che perde lo 0,4% rispetto alla settimana precedente. In flessione anche il M5S (-0,5%), che si attesta al 28,5%, mentre alle sue spalle c’è un sorpasso da parte di #Lega Nord (13,2%) ai danni di Forza Italia (12,9%). Il primo guadagna lo 0,5%, mentre il secondo perde lo 0,4%. Non male i ‘piccoli’, che nella maggior parte dei casi fanne registrare un andamento positivo. Fratelli d’Italia sale al 4,1% in virtù dell’incremento pari allo 0,3%, mentre Nuovo Centrodestra viene quotato al 3,7%, con un +0,1% rispetto alla rilevazione scorsa. Lieve perdita per Sinistra Italia (-0,1%), che si porta al 3,3%, dopodiché abbiamo Rifondazione Comunista e Verdi, rispettivamente all’1% e allo 0,5%, con l’uno giù dello 0,3% e l’altro dello 0,1%.

Pubblicità

Gli altri che fanno parte dell’area di Governo sono allo 0,5%, mentre quelli all’opposizione sono attestati all’1,7%. Nel complesso c’è un avvicinamento del listone di CDX (30,2%) al PD, visto che adesso sono divisi soltanto da meno di mezzo punto percentuale. Se dovesse registrarsi una situazione simile alle elezioni politiche, saranno loro due a finire al ballottaggio, mentre i pentastellati rimarrebbero fuori per poco.

In attesa di ricevere altri aggiornamenti sui sondaggi politici, vediamo cosa emerge dall’intervista effettuata ai cittadini per conto di Huffington Post da parte di Winpoll, circa la preferenza come segretario del Partito Democratico. L’anno prossimo assisteremo alle elezioni, con Matteo Renzi ancora in testa e diretto verso la riconferma, visto che il 55,2% della gente ha fatto il suo nome. Per quanto riguarda gli altri candidati, la seconda posizione è occupata da Enrico Rossi, attuale presidente della Regione Toscana, che conquista il 28% delle preferenze, mentre più staccati gli altri due. Roberto Speranza, della minoranza dem, si attesta all’8,6%, poi in ultima posizione troviamo Matteo Orfini con il 7,8%. #Sondaggi politici