Dal tardo pomeriggio di questo lunedì 8 agosto si è diffusa la notizia che il TAR della Toscana ha accolto il ricorso dei comitati della Piana fiorentina contro l'allungamento della pista dell'#Aeroporto fiorentino di Peretola. In pratica è stato annullato dal tribunale amministrativo il piano di indirizzo territoriale regionale nella parte in cui fissa l’ampliamento dello scalo secondo lo schema della pista "parallela-convergente" rispetto all”autostrada che passa vicina all'aeroporto.

L'esultanza del sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi

Appena raggiunto dalla notizia il neo-sindaco di Sesto Fiorentino Lorenzo Falchi ha esultato in un video diffuso sui social e con un post nel quale ha scritto: "Un'altra prova per chi ci dice e ci ha sempre detto che il futuro era già scritto, le decisioni già prese. Questo dimostra la perseveranza e la voglia di combattere giuste battaglie da parte dei cittadini non sia una lotta contro i mulini a vento. Quando si lavora nella giusta direzione, rispettando le regole e avendo dalla propria la ragione e la lungimiranza niente è impossibile. Una vittoria dei comitati ma una grande soddisfazione anche per il Comune di Sesto che fin dal 2011 è stata una delle prime voci istituzionali a criticare quest'opera inutile e dannosa. Ripartiamo da qui, consapevoli che è solo l'inizio, e che la tutela della Piana avrà bisogno di tutto l'aiuto e dell'attenzione dei suoi abitanti e delle sue istituzioni."

Grande esultanza, sempre sui social network, da parte dei vari cittadini della Piana fiorentina e comitati impegnati da anni in questa battaglia ritenuta di vitale importanza per il territorio dell'hinterland fiorentino.

Pubblicità
Pubblicità

La reazione del presidente della Regione Rossi

Subito dopo la diffusione della notizia il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi del #Pd ha detto: "La sentenza del Tar, a mio parere, confonde la valutazione strategica con la valutazione di impatto ambientale, che deve essere fatta a Roma a livello nazionale. Per questo faremo senz’altro ricorso al Consiglio di Stato, convinti delle nostre buone ragioni. E’ evidente che questa sentenza non può fermare la procedura già in atto per la realizzazione del nuovo aeroporto su cui continuerà il mio impegno personale e della Giunta regionale. È normale che in decisioni così importanti, in questo paese possano verificarsi incidenti amministrativi, ma questi non possono né rimettere in discussione, né rallentare decisioni politiche che sono state assunte con attenta ponderazione di tutti gli aspetti. Noi andiamo avanti per la realizzazione dell’aeroporto, aumentando la nostra attenzione".

Insomma pare proprio che questa vicenda sia lontana dalla parola "fine".

Pubblicità

#Cronaca Firenze