Dopo il nostro recente articolo di approfondimento sulla situazione politica a Roma torniamo a concentrarci sul tema dell'#amnistia e dell'#indulto con gli ultimi aggiornamenti al riguardo. Negli scorsi giorni abbiamo saputo del rinvio al mese di settembre per i quattro Ddl in discussione presso la Commissione Giustizia del #Senato. Mentre dalle carceri continuano ad arrivare segnali di disagio e sovraffollamento, purtroppo la situazione non sembra destinata a sbloccarsi nel breve con l'arrivo di nuovi provvedimenti, anche perché l'esecutivo ha già indicato in più occasioni di ritenere corretta l'impostazione decisa con lo svuota carceri e con le pene sostitutive per chi ha commesso reati minori.

Pubblicità
Pubblicità

Di sicuro vi è che la ripresa delle discussioni Parlamentari al riguardo riprenderanno solo verso la metà del prossimo mese, visto che in base a quanto anticipato da Palazzo Madama il rientro dalle ferie estivo si concentrerà su altre questioni.

Situazione delle carceri, nuova presa di posizione dal sindacato Sappe

Nel frattempo dalle carceri e dal Sappe arrivano nuove denunce di situazioni di disagio dovute al sovraffollamento e alle difficili condizioni di lavoro. L'ultima in ordine di tempo riporta un episodio avvenuto nel carcere di Cassino, dove tre agenti di polizia avrebbero subito violenze da un detenuto in arrivo da Rebibbia. Uno scoppio di rabbia improvviso ha infatti comportato il ferimento degli agenti, che sono stati trasportati in ospedale. Secondo Donato Capece, Segretario Generale del Sappe, la situazione nelle carceri "resta allarmante", mentre ai tre poliziotti aggrediti "va la vicinanza e la solidarietà" del sindacato.

Pubblicità

I rappresentanti dei lavoratori ribadiscono comunque le problematiche derivanti dall'affollamento carcerario che colpisce i 200 istituti penitenziari italiani, mentre un altro problema riguarda le carenze di organico. Su quest'ultimo punto, il Sappe denuncia la necessità di 7000 ulteriori agenti per poter far fronte alle esigenze di servizio.

Come da nostra abitudine, restiamo a disposizione nel caso desideriate aggiungere un nuovo commento nel sito in merito alle ultime novità che vi abbiamo riportato. Se invece preferite ricevere le prossime notizie di aggiornamento sulla situazione politica potete utilizzare la comoda funzione "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.