Dario Fo non ha mai nascosto il suo feeling per il M5S. Adesso il premio Nobel ha deciso di supportare economicamente il Movimento e il suo prossimo mega raduno a Palermo, in programma il 24 e 25 settembre. Fo, in sostanza, ha messo all'asta un suo quadra. Il ricavato della vendita andrà al M5S. 

Dario Fo si è ispirato a vignetta Mannelli

L'opera di Dario Fo è stata creata mediante la tecnica mista e ritrae l'attuale ministro per le Riforme Maria Elena Boschi. Si tratta, nello specifico, di un "dipinto sulle orme del dinamismo metafisico. Ritratto di una donna elegante Maria Elena Boschi". La pittura a olio, realizzata su tavola di faggio, verrà messa in vendita su una piattaforma online.

Pubblicità
Pubblicità

L'incasso andrà al M5S, che potrà dunque organizzare il suo grande raduno a Palermo con meno problemi. La notizia è stata annunciata proprio da Beppe Grillo sul 'blog delle stelle', sottolineando che il prezzo base d'asta è di 8.000 euro e che l'incasso servirà a finanziare 'Italia 5 stelle', la grande adunata del 'popolo a 5 stelle' nel capoluogo siciliano in programma a settembre. 

Dario Fo si è ispirato alla vignetta di Mannelli, pubblicata giorni fa su 'Il Fatto Quotidiano', che ha sollevato un enorme polverone. Grillo e tutti gli esponenti del Movimento hanno apprezzato moltissimo il gesto del premio Nobel. Il deputato pentastellato Carlo Sibilia, ad esempio, ha scritto su Twitter: "Bellissima versione di @meb disegnata dal grande ##DarioFo. Chi lo farà suo?". 

Premio Nobel grande attivista del Movimento

Il celebre attore, scrittore, regista, drammaturgo, scenografo, illustratore e pittore italiano ha voluto così contribuire a risanare le casse del M5S.

Pubblicità

Fo sarà rimasto certamente colpito dalle recenti parole di Beppe Grillo che, qualche giorno fa, ha invitato gli attivisti a devolvere più denaro in favore del Movimento. E' risaputo che il M5S non si regge sui rimborsi elettorali ma sull'autofinanziamento.

Il premio Nobel di Sangiano è un illustre attivista del M5S e, lo scorso 23 giugno 2016, era salito sul palco, a Piazza del Popolo, in occasione della chiusura della campagna elettorale di Virginia Raggi.