Nelle scorse settimane, il consigliere comunale di opposizione Michele Gianni era intervenuto duramente sulle modalità con cui l'Amministrazione comunale di Solarino aveva gestito i lavori e l'apertura della villa comunale, frutto di un finanziamento importante ottenuto dall'Amministrazione precedente. Da parte di Michele Gianni era stata contestata la mancanza di camminamenti lungo l'area giochi destinata ai bambini e la chiusura della struttura adibita a chiosco con i conseguenti disagi per le famiglie che dall'inizio dell'estate frequentano la struttura pubblica comunale. Grazie anche agli interventi di sollecitazione dell'opposizione, l'Amministrazione comunale ha mosso qualche passo in avanti verso l'apertura del chiosco, ma anche in questo caso non mancano le polemiche.

Pubblicità
Pubblicità

L'esempio di Buccheri

Ad intervenire con un proprio articolo sull'argomento, infatti, è il giornale on line Corriere Quotidiano, che prende ad esempio il modello di gestione del piccolo comune di Buccheri, dove senza alcun bando la villa comunale è stata affidata ad una associazione culturale che ha poi fatto un contratto con un'attività in possesso della licenza per la somministrazione di alimenti e bevande, senza la necessità di sopportare tutti i costi previsti dal bando di Solarino e con la capacità di realizzare cartelloni ricchi di eventi e il pienone di pubblico per parecchie sere d'estate. Il giornale on line azzarda anche la possibilità che la villa comunale di Solarino, così com'è stato concepito il bando, non funzionerà.

Pensare in grande

C'è da dire che, infine, si tratta di un bando pubblico che non guarda in ogni caso alla volontà da parte dell'Amministrazione comunale di Solarino di affidare la struttura a qualche grande realtà imprenditoriale in grado di organizzare una stagione culturale di eventi di alto profilo, ma si rivolge piuttosto alle piccole imprese del territorio, mirando ad una gestione locale di questo bene pubblico.

Pubblicità

I prossimi mesi ci diranno quale sarà l'esito di questa iniziativa. #Crisi economica #Pubblica Amministrazione