Nel luglio dell'anno scorso ha vinto la "faida" interna ad Alternativa per la Germania, partito di cui era presidente da due anni. La politica oltranzista di Frauke Petry è stata la causa del distacco di Bernd Lucke che aveva fondato il momvimento nel febbraio del 2013. Sotto la guida della nuova leader, secondo Lucke, AFD aveva assunto un carattere "troppo xenofobo" e, pertanto, "estremamente pericoloso". La scissione, dopo la quale Lucke ha creato il movimento Alternativa per il Progresso ed il Rinnovamento (portandosi dietro ben 5 dei 7 europarlamentari di AFD eletti nel 2014), non ha certamente influito sui destini del movimento che oggi, dopo i successi elettorali a livello regionale nel Baden-Wurttemberg, in Renania-Palatinato, Sassonia e Meclemburgo, aspira a diventare il terzo partito tedesco.

Pubblicità
Pubblicità

Le idee oltranziste di Frauke

Frauke Petry ha 41 anni ed è nata a Dresda, nella ex Germania dell'Est. Ha studiato chimica come Angela Merkel ma questa è certamente l'unica cosa che le due donne politicamente più influenti della Germania di oggi [VIDEO] hanno in comune. Porta i capelli corti, ha lineamenti delicati ed un sorriso gentile che contrasta decisamente con le sue ideologie estremiste. Ha un matrimonio fallito alle spalle con un pastore evangelico dal quale ha avuto quattro figli ed ora è legata sentimentalmente ad un dirigente regionale del suo partito. Prima di entrare in politica aveva gestito un'azienda del settore chimico, succesivamente fallita. I suoi cavalli di battaglia, da leader dell'ultradestra tedesca, sono legati innanzitutto alla questione migranti ed all'opposizione alle politiche europeiste dell'attuale governo.

Pubblicità

Relativamente agli immigrati, la sua proposta relativa a coloro che entrano nel Paese per motivi economici e non hanno lo status di rifugiati, è quella di trasferimento in blocco su una non precisata isola lontana dall'Europa, sotto la protezione dell'Onu. Si dichiara inoltre favorevole all'uso di armi da fuoco da parte della polizia di frontiera per fermare i clandestini che varcano i confini tedeschi. A proposito di armi, si schiera apertamente al fianco dei cittadini che vorrebbero armarsi per autodifesa ed in più di una circostanza ha sottolineato come la politica di apertura nei confronti dei migranti adottata da Angela Merkel abbia portato in Germania "criminalità e terrorismo".

Accuse di 'neonazismo'

Frauke Petry ha proposto in più di una circostanza l'indizione di un referendum sullo stile "Brexit", per chiedere l'uscita del suo Paese dall'#Unione Europea e prospetta una Germania dall'economia forte che punti sostanzialmente sulle risorse locali. Sono inoltre note le sue contrarietà alle coppie omosessuali ed all'aborto.

Pubblicità

Nei mesi scorsi i servizi segreti tedeschi avrebbero valutato l'ipotesi di tenere il partito sotto stretta osservazione a causa di una svolta a destra che è stata definita "neonazista" dagli avversari politici. In realtà Joerg Meuthen, componente della presidenza di AFD, ha recentemente sottolineato che Alternativa per la Germania non ha nulla in comune con il Partito Nazionaldemocratico le cui politiche di estrema destra sono del tutto simili a quelle hitleriane. Nato nel 1964, NPD ha raccolto idealmente il testimone del Partito Socialista del Reich, quest'ultimo fondato nell'immediato dopoguerra e poi sciolto nel 1952, la cui ideologia era direttamente ispirata al defunto Führer.