Proprio nel giorno in cui il consiglio dei Ministri si è deciso a fissare ufficialmente la data del referendum costituzionale (urne aperte domenica 4 dicembre), il ministro delle Riforme #Maria Elena Boschi, accompagnata dall’onorevole Fabio Porta (presidente alla Camera del Comitato per gli italiani nel mondo) ha preso il volo per il #Sudamerica. Lo scopo dichiarato del viaggio semi istituzionale, che assomiglia più ad un tour promozionale, è la conquista del Si al referendum degli italiani all’estero.

La tappa argentina

Il ministro Boschi ha scelto come prima tappa del suo viaggio, l’Argentina. Già nella notte tra lunedì 26 e martedì 27 (ora italiana) la Boschi ha incontrato al teatro Coliseo la foltissima comunità italiana insediata nel paese di Maradona.

Pubblicità
Pubblicità

Sono circa 900.000, infatti, gli argentini con passaporto italiano, tutti dotati di diritto di voto e, per questo, considerati una platea troppo appetibile per essere trascurata dai renziani sostenitori del Si al referendum. Fu lo stesso Renzi, infatti, durante la visita di Stato a Febbraio, a scolpire la battuta che “a Buenos Aires ci sono più italiani che a Bologna”. Tanto per mantenere l’apparenza di un viaggio ufficiale, poi, il programma della Boschi prevede anche un faccia a faccia con il capo del Gabinetto dei ministri Marcos Pena, ma non con il presidente Mauricio Macri. Già fissato anche l’appuntamento con il Parlamento argentino dove Boschi pronuncerà un discorso sulla riforma costituzionale dal titolo altisonante di ‘Riformare le istituzioni per cambiare l'Italia’. Di contorno, infine, gli incontri con il segretario per i Diritti Umani Claudio Avruj e con la presidente del consiglio per le Pari Opportunità Fabiana Tunez.

Pubblicità

Brasile e Uruguay

Il piatto forte del viaggio di Maria Elena Boschi, come accennato, sarà di sicuro l’Argentina, potenzialmente gonfia di voti italiani per il Si al referendum. Ma, già che c’era, la figlia di Pierluigi ha deciso di fare un salto anche in Uruguay dove, nella capitale Montevideo, il 27 settembre abbraccerà costituzionalmente i nostri connazionali. Cornice dell’incontro sarà, neanche a dirlo, la Casa degli Italiani. Il giorno successivo, il 28, sarà invece dedicato al vice presidente della repubblica uruguaiana Raùl Sendic che la Boschi andrà a trovare direttamente nel Palazzo Legislativo. Gli ultimi due giorni del viaggio pubblicitario pro referendum si svolgeranno, invece, in Brasile. Tre le tappe brasiliane del tour: Porto Alegre, Brasilia e San Paolo. Anche qui l’incontro con gli italiani, anche se molto meno numerosi rispetto all’Argentina, e una serie di visite istituzionali ad alcuni ministri carioca. Gran finale boschiano con la conferenza ‘Cambiare l'Italia per cambiare l'Europa’.  #referendum costituzionale