Il post è apparso, senza mezzi termini, sulla pagina social della sindaca di Roma [VIDEO], Virginia #Raggi nel tardo pomeriggio di ieri: "In queste ore ho appreso che l'ex magistrato e già procuratore generale della Corte dei Conti del Lazio”, riferendosi a Raffaele De Dominicis, “non può più assumere l'incarico di assessore al Bilancio". E “di comune accordo”, si è "deciso di non proseguire" con l'assegnazione prevista. "Siamo già al lavoro per individuare una nuova figura". In migliaia, apprendendo la notizia, hanno espresso il proprio pensiero in toni più o meno polemici. La nomina di De Dominicis era stata annunciata pochi giorni fa, dopo le dimissioni di Marcello Minenna.

Pubblicità
Pubblicità

‘Non facciamo sconti a nessuno’

Appena 24 ore prima un altro post sull'ennesimo nodo da sciogliere, pubblicato nella stessa pagina di Virginia Raggi: "Stiamo aspettando di leggere il fascicolo della procura che riguarda l'assessore all'Ambiente, Paola Muraro". E "siate certi che nel caso ravvisassimo profili di illiceità, agiremmo di conseguenza. Sconti non ne abbiamo mai fatti a nessuno e continueremo a non farli". In questo caso i commenti sono stati circa 60 mila e il messaggio ha fatto il giro del web, con quasi 50 mila condivisioni.

Taverna, Castaldo e Perilli: ‘Auguriamo i migliori successi’

Intanto, dal blog del movimento 5 Stelle, Paola Taverna, Fabio Massimo Castaldo e Gianluca Perilli hanno fatto sapere che "la macchina amministrativa è partita, le premesse e le condizioni iniziali sono venute meno ed è quindi giusto che ora proceda spedita esclusivamente sulle sue gambe".

Pubblicità

Come "portavoce e attivisti", Taverna, Castaldo e Perilli avevano accettato "il compito di supportare” Raggi, per collaborarla nelle scelte più importanti sul piano giuridico nell'avvio del mandato. Un periodo intenso e tutt'altro che facile. In tutto questo tempo un apporto definito di "primaria importanza" per l'individuazione dei componenti della Giunta. Ci sono stati "dibattiti interni" e non sono mancate le "divergenze di opinione" animate da uno spirito "costruttivo". Con "lo stesso senso di responsabilità di allora", tutti e tre hanno hanno annunciato che continueranno a dare sostegno all'Amministrazione e, inoltre, porteranno avanti il lavoro nelle istituzioni in cui sono stati eletti. Infine l'augurio dei "migliori successi” al sindaco e alla sua squadra, “nell'interesse della città".

‘Non mollare’

Nella mattinata di ieri, in occasione della celebrazione del settantatreesimo anniversario della difesa di #Roma, l’8 settembre, un uomo al di là delle transenne si è rivolto a Virginia Raggi, dicendole: “Non mollare, brava”.

Pubblicità

Prima di salire in auto, la sindaca ha salutato diversi cittadini che volevano stringerle la mano. Si è mostrata sorridente e serena, con l’atteggiamento tipico di chi intende andare avanti con entusiasmo e determinazione, soprattutto con la consapevolezza di poter contare sull'appoggio incondizionato di un massiccio numero di romani, di quanti tornerebbero a votarla senza se e senza ma.