Nella Siracusa che ospita i campionati del mondo di canoa polo, occasione di selfie per molte autorità locali, scatta l'appello per Otilia, trentenne rumena al sesto mese di gravidanza, ritrovatasi senza casa e senza lavoro, ospitata d'urgenza nella propria abitazione dalla consigliere comunale Simona Princiotta, che ha lanciato un accorato appello tramite il proprio profilo social. La notizia, che nelle ultime ventiquattr'ore ha mobilitato il popolo di facebook, con numerose disponibilità manifestate dai cittadini, è stata ripresa dal Giornale di Sicilia, attraverso la penna della giornalista Paola Laguidara.

Politiche sociali anno zero

Simona Princiotta punta il dito sulla scarsa sensibilità dell'Amministrazione comunale aretusea.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo quanto riportato dalla stessa consigliere, né il primo cittadino né l'assessore alle politiche sociali avrebbero fino ad oggi incontrato la ragazza, che per due giorni ha dormito nella sala d'attesa dell'ospedale Umberto I. Simona Princiotta denuncia l'inadeguatezza dell'attuale organizzazione delle politiche sociali comunali rispetto alla disperazione e alla solitudine di molti casi esistenti nel territorio siracusano. Una presa di posizione che fa eco a quanto rappresentato negli stessi giorni da un'altra donna delle istituzioni, Cetty Vinci, intervenuta per raccontare quanto vissuto da una donna con cinque figli, aiutata dalla parrocchia locale e poi abbandonata dal Comune di Siracusa. Cetty Vinci ha sottolineato anche come non aiuti la comunità il fatto che questa Amministrazione sia caratterizzata dalla discontinuità nella gestione degli assessorati che passano dopo alcuni mesi da un amministratore all'altro, con la conseguenza che molte progettualità si vadano perdendo.

Pubblicità

La solidarietà dei siracusani

Questa mattina, intanto, Simona Princiotta si recherà presso le Politiche Sociali del Comune di Siracusa personalmente, per verificare quali disponibilità possano esserci per il caso di Otilia, ferma restando la solidarietà ricevuta da tanti siracusani pronti ad intervenire per le esigenze immediate della ragazza.   #Crisi economica #Pubblica Amministrazione