La prima decade del mese di settembre sta per andare in archivio e vogliamo sottoporvi all’attenzione gli ultimi #Sondaggi politici pubblicati dagli istituti SWG e Piepoli. I dati che emergono dalle intenzioni di voto sono differenti, ma bene o male si registra in entrambi i casi la stessa situazione. In testa abbiamo il Partito Democratico, mentre ad inseguire c’è il Movimento 5 Stelle. Quest’ultimo, almeno secondo quanto rileva il primo dei due istituti, ha perso parecchio terreno e con tutta probabilità si tratta di una conseguenza del caos che si è creato a Roma intorno alla giunta comunale di Virginia Raggi. Ne approfittano così gli avversari dei pentastellati guadagnando qualcosa rispetto alla volta precedente, ma vediamo più nel dettaglio le percentuali per ognuno dei partiti.

Pubblicità
Pubblicità

SWG: allungo PD su M5S, bene anche FI e LN

Il #Pd fa registrare un incremento dello 0,6% questa settimana, portandosi al 31%. Il vantaggio sul #M5S è cresciuto, anche a causa della perdita di quest’ultimo (-4,4%), che scende al 25,1% dopo essere stato a lungo in scia. Segnali positivi da Lega Nord, che guadagna l’1,3% rispetto a prima, attestandosi al 14,1%; per quanto riguarda Forza Italia, che subisce il sorpasso, l’incremento è pari allo 0,3% ed ora si trova al 13,9%. Si prosegue con FdI-AN stabile al 3,9%, mentre al 3,4% stazionano NCD-UdC (-0,1%) e Sinistra Italiana (+0,9%). Invariato il valore dei Verdi (0,5%), mentre Rifondazione Comunista sale dall’1% all’1,4%. Gli altri dell’area di Governo si attestano allo 0,8% (-0,2%), mentre quelli all’opposizione conquistano l’1,9% (+0,6%).

Pubblicità

Nel complesso c’è il CDX che sorpassa il partito di Matteo Renzi (31,9% vs 31%).

Piepoli: giù Sinistra Italiana

Il partito di Governo resta al comando, ma stabile al 32%. Alle sue spalle ricuce il gap il movimento dei grillini (+0,5%), salendo al 27,5%. Stesso incremento anche Matteo Salvini (12%), mentre rimane immutato il valore di Silvio Berlusconi (11,5%). C’è da registrare la perdita di mezzo punto percentuale per Fratelli d’Italia (5%) e Nuovo Centrodestra (3%), ma ancor più è il calo di SI (-1%), che scende al 2%. Riguardo agli altri, raccolgono il 7%, di cui 3% CSX e 1,5% CDX. Al contrario di quanto visto prima, qui il CDX si trova ad inseguire il Partito Democratico (30% vs 32%). Prima di lasciarvi, vi invitiamo a seguirci per ricevere aggiornamenti sui sondaggi elettorali.