"Abbiamo bisogno di soluzioni per l'Europa, ci troviamo in una situazione critica ", ha affermato #Angela Merkel al suo arrivo a Bratislava per il primo #Vertice UE senza Gran Bretagna. "Non si possono risolvere tutti i problemi dell'Europa in un singolo summit”, ha detto la cancelliera, ”quello che dobbiamo fare è mostrare, tramite le nostre azioni, che possiamo fare meglio nei campi di sicurezza, di lotta al terrorismo e nel settore della difesa."

Gli effetti della Brexit

Anche se il risultato del referendum in Gran Bretagna non è all'ordine del giorno e il primo ministro britannico Theresa May non è presente al vertice, non c'è dubbio che la Brexit stenderà la sua ombra sulla riunione.

Pubblicità
Pubblicità

In precedenza, Donald Tusk, il presidente del Consiglio europeo, aveva invitato i leader dell'UE a garantire ai cittadini di aver appreso cosa c'era da imparare dal Brexit e di essere in grado di riportare loro la stabilità e un senso di sicurezza. Tusk ha chiesto ai 27 capi di stato e di governo di dare una occhiata “sobria e brutalmente onesta” ai problemi del blocco europeo. Tuttavia, i paesi europei sono divisi su come sostenere la crescita e rispondere all'afflusso di migranti, in quanto la risposta dell'Unione al problema della migrazione è uno dei punti più controversi tra i membri.

Il padrone di casa, il primo ministro slovacco Robert Fico, fa parte del gruppo dei leader dell'Europa centrale e orientale che si oppongono al sistema delle quote UE che distribuisce i migranti nell'Unione.

Pubblicità

Aveva affermato che la Slovacchia non accetterà "un solo migrante musulmano" e ha montato una sfida legale per il sistema. Il ministro degli Esteri del Lussemburgo, Jean Asselborn, aveva chiesto il martedì scorso,la sospensione dell'Ungheria o addirittura la sua espulsione dalla UE a causa della "violazione massiccia" dei valori fondamentali, in particolare il trattamento del governo per i rifugiati.

Renzi, Me [VIDEO]rkel ed Hollande a confront [VIDEO]o

Anche per la Francia la priorità è la sicurezza dei confini, sulla scia degli attacchi estremisti islamici. Il presidente Francois Hollande [VIDEO] ha fatto un appello per l'unione delle forze: "O ci muoviamo in direzione di disgregazione, di diluizione o lavoriamo insieme per iniettare un nuovo slancio in vista di rilanciare il progetto europeo", ha detto Hollande. In realtà, Francia e Germania hanno delineato i piani per approfondire la cooperazione militare europea, rafforzati nel discorso del Presidente della Commissione, Jean - Claude Juncker del mercoledì scorso, in cui ha chiesto un quartier generale militare europeo.

Pubblicità

Ma i leader europei sono divisi, i loro elettori scettici. L'Europa centrale e orientale vuole riavere i poteri da Bruxelles. Le nazioni del nord vedono il sud come una responsabilità della zona euro, i paesi del Mediterraneo esitano alle disposizioni tedeschi di austerità. Il premier #Matteo Renzi e il presidente Francois Hollande hanno organizzato la settimana scorsa ad Atene una possibile minoranza di blocco in Europa (con Portogallo, Grecia, Malta, Cipro e Spagna). Italia e Francia richiedono l'aumento dei margini di spesa per rilanciare la crescita e l’occupazione.Come già noto, alla vigilia del summit il primo ministro Renzi aveva attaccato la cancelliera Merkel, sollecitando l’intervento di Bruxelles per i surplus commerciali eccessivi della Germania, considerati sfavorevoli alla ripresa della zona euro.

Ue e Nato 

Sembra che tra le crisi fondamentali che attanagliano l'Europa di oggi , la roba dura, come ad esempio un accordo commerciale futuro con la Gran Bretagna e come salvare la moneta unica, sarà lasciato per un altro incontro. L'uscita del Regno Unito dall'Unione europea rimuove, difatti, uno dei principali ostacoli nel adempiere una forte difesa dell'UE in tandem con la NATO. Il summit di Bratislava dovrebbe essere il primo di una serie di riunioni con il scopo di rafforzare la fiducia, a culminare nel vertice del marzo prossimo a Roma, quando sarà celebrato il 60 anniversario della fondazione della UE