Due bombardieri supersonici russi "Blackjack" sono stati rilevati dal radar e successivamente intercettati dai caccia della NATO mentre sorvolavano l'Atlantico settentrionale dirigendosi dalla Norvegia alla Spagna. La notizia, che ha tutto il carattere della classica dimostrazione di forza militare da parte di Mosca, giunge in un periodo già delicato per le relazioni diplomatiche internazionali tra Occidente e #russia, dopo che gli Stati Uniti si sono ritirati dalla cooperazione militare in Siria [VIDEO] con le forze militari sovietiche.

La cosa sconcertante dell'episodio è rappresentata dalla tipologia del velivoli intercettati.

Pubblicità
Pubblicità

Non si tratta di aerei da ricognizione o comuni bombardieri: il Tupolev 160 è un bombardiere supersonico strategico capace di velocità superiori a Mach 3 e dotato di una tracciabilità radar ridotta, in grado di trasportare fino a 12 testate nucleari. E' il velivolo da combattimento più pesante mai costruito. In sostanza, è stato concepito espressamente per portare un attacco nucleare. Perchè la Russia sta ricordando all'Occidente che sarebbe in grado di sferrare un attacco atomico?

L'incidente avrebbe avuto luogo già il 22 settembre, ma i dati sono emersi solamente di recente, dopo un comunicato del Ministero della Difesa francese. Quattro nazioni, ovvero Norvegia, Francia, Spagna e Regno Unito, hanno inviato i propri aerei da caccia dopo che i due bombardieri russi sono stati rilevati dai radar norvegesi.

Pubblicità

Mentre due F-16 norvegesi venivano fatti decollare nel tentativo di raggiungere i due Tupolev per intercettarli a Nord della Scozia, la RAF Britannica faceva alzare in volo due jet Typhoon mentre gli arei russi volavano a Ovest di Shetland.

Due aerei da combattimento Rafale, scortati da altri due inviati dalla Francia avrebbero seguito il passaggio dei due bombardieri nucleari ad Ovest dell'Irlanda, i quali venivano poi intercettati da due F-18 Hornet spagnoli a nord di Bilbao. Per il comportamento dei piloti russi si sarebbe lamentata l'Islanda, per via del disturbo portato ad alcuni voli di linea cui i due bombardieri avrebbero volato troppo vicino. La RAF del Regno Unito ha invece smentito qualsiasi violazione del proprio spazio aereo. Un episodio analogo era avvenuto nei mesi precedenti, con altri due "Blackjack" intercettati dalla RAF mentre volavano verso il Regno Unito.

In uno scenario che ricorda quello tristemente noto della Guerra Fredda, le recenti dichiarazioni di Putin, unite al recente dislocamento di forze militari sovietiche in Polonia, Lituania e Lettonia e a queste "esercitazioni" di guerra nucleare, non lasciano presagire nulla di buono riguardo il futuro della stabilità politica e diplomatica mondiale, con la Russia che, sembra evidente, sta facendo la parte del gigante che si è appena rialzato e non ha alcuna intenzione di stare alle regole del vecchi nemici. #Brexit #Siria