Dopo aver coronato il sogno di avere un figlio, l'ex Presidente della Regione Puglia Nichi #Vendola e il compagno #Eddy Testa hanno deciso di battezzare il bambino, sabato 8 ottobre 2016 con rito cattolico nella chiesa San Michele Arcangelo di Suio Terme, la frazione del comune di Castelforte (provincia di Latina) da dove proviene Eddy. Secondo quello che hanno appreso fonti vicine alla coppia il padrino e la madrina del piccolo Tobia Antonio sono sposati in una chiesa cattolica e sono persone molto credenti. Come accade di solito Vendola e Testa hanno regolarmente frequentato la canonica e il corso di preparazione al #battesimo proprio nel comune di origine dell'italo-canadese.

Pubblicità
Pubblicità

Già il prete aveva rilasciato una breve dichiarazione sull'avvenimento che ha avuto subito risonanza nazionale. Don Natalino De Rienzo ha semplicemente detto che gli è stato chiesto di battezzare il bambino e lui ha ottemperato al desiderio dei genitori. A sostenere la tesi di Don Natalino ci ha poi pensato il vescovo di Gaeta, Luigi Vari, che ha dichiarato  "Sapevo tutto in anticipo. Mi era stato chiesto il permesso - si legge su Repubblica -, non ho trovato nulla da ridire perché in linea con quello che dice papa Francesco, ovvero di non creare nuovi atei". 

Dopo la cerimonia religiosa, in una tenuta di Suio, si è tenuta una festa in onore del piccolo Tobia Antonio, alla presenza di parenti e amici. Una festa molto intima, con Vendola e Testa che non hanno rilasciato alcuna dichiarazione.

Pubblicità

La Nascita di Tobia

Il piccolo Tobia Antonio è nato lo scorso 27 febbraio 2016 a Sacramento, negli Stati Uniti, grazie alla maternità surrogata. Eddy, il compagno italo-canadese di #Nichi Vendola, è il padre biologico del piccolo e gli ha anche dato il cognome, Testa. Tobia Antonio è stato registrato all'anagrafe in California poiché nello stato USA non c'è l'obbligo di specificare come genitori un uomo e una donna. Per questo motivo, come raccontato dallo stesso Vendola tempo addietro, il piccolo Tobia ha tre passaporti, italiano, canadese e statunitense.