Il regno di Thailandia aspetta una nuova Regina. La recente scomparsa del  Re Bhumidol di Thailandia ha aperto una vera e propria crisi in seno alla più antica monarchia buddista del mondo.

La grandezza di questo regno asiatico è stato raccontato da Hollywood nel film "Anna and The King", con l'attrice Jodie Foster nei panni di tutrice della numerosa prole del Re Rama IV Mongkut: la protagonista è coinvolta nella congiura dinastica, uno scenario che sembra in procinto di ripetersi ai giorni nostri.

Infatti il primogenito Maha Vajralongkorn, in veste di diretto successore al trono, ha chiesto tempo al "Privy Council": la sua immagine regale è stata compromessa dai suoi rapporti d'affari con l'imprenditore e Premier golpista "Shinawatra Takhsin", motivo di imbarazzo per la corte siamese.

Pubblicità
Pubblicità

La guardia reale comandata dal generale Prayuth Chan-Ocha è da tempo schierata con la Principessa Maha Chakri Sirindhorn nella corsa al trono: la secondogenita è l'unico membro della famiglia reale presentabile e riscuote la simpatia di tutto il popolo thailandese.

Il Consiglio reale "Privy Council" è più propenso ad appoggiare la successione del delfino di Thailandia ma il rischio di una deriva antidemocratica è reale: il suo portavoce Siddhi Savetzila ha fatto una dichiarazione ufficiale distensiva in cui riconosce la secondogenita come legittima erede; gli osservatori internazionali hanno forti dubbi sulla successione del primogenito VajraLongKorn per via dei suoi trascorsi poco edificanti per un futuro Re.

La Thailandia è da sempre un baricentro geopolitico della regione del Sud Est Asiatico, al punto da impegnarsi ad accogliere migliaia di profughi in fuga dalla dittatura birmana: la vittoria alle elezioni del Premio Nobel Aung Saa Su Kii in Myanmar ha attenuato il flusso migratorio e allentato la tensione ai confini thailandesi.

Pubblicità

La monarchia  thailandese si trova davanti a un bivio e la candidatura della principessa Sirindhorn a futura reggente sembra l'unica strada percorribile per una pacifica transizione democratica: il popolo di Thailandia aspetta la sua "Regina Illuminata"; ora anche in Asia il futuro è donna. #Elezioni politiche #Esteri