#Federico Pizzarotti lascia il #movimento 5 stelle. Un addio non indolore, soprattutto in un momento in cui il movimento fondato da Beppe Grillo è alle prese con la “grana” Roma, che col passare dei giorni sembra  diventare sempre più complessa. Un limite, quello di saper governare le città, che con l’addio del primo cittadino di #Parma, primo sindaco pentastellato di una grande città, diventa ancor più evidente ed imbarazzante. Il Sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, ha voluto sottolineare in conferenza stampa che a cambiare sia stato il movimento e non lui o i suoi ideali

Da uomo libero, ha detto Pizzarotti nell’attesa conferenza stampa, non posso che uscire dal Movimento 5 Stelle.

Pubblicità
Pubblicità

Una doccia fredda per i grillini. Non solo, Pizzarotti ha voluto sottolineare che a cambiare sia stato il movimento e non lui o i suoi ideali. Come dire, il Movimento 5 Stelle non è più quello dell’uno vale uno. Vi è da dire che la mossa di Pizzarotti arriva a pochi mesi dalle lezioni comunali di Parma che si terranno nella primavera del 2017. Forse, un modo per smarcarsi dal movimento di Grillo per puntare ad una sua ricandidatura con una soggetto civico. Staremo a vedere. Comunque, ci si aspetta una reazione da parte dei vertici del Movimento 5 Stelle, se non dello stesso Beppe Grillo.

Forse, la prematura scomparsa di Casaleggio sta pesando sulla tenuta del Movimento 5 Stelle

Il silenzio non gioverebbe a nessuno. Perché è stato proprio al silenzio sulla questione Pizzarotti a far saltare il banco a Parma.

Pubblicità

Insomma, si prevedono settimane difficili e complicate per il Movimento 5 Stelle che, messo alla prova del governo delle città italiane, sembra accusare molti limiti e problemi, che potrebbero anche tradursi  anche in  un pesante crollo di consensi a livello nazionale.  Di sicuro, l’ennesimo problema per un movimento che nelle ultime settimane sembra aver perso la bussola. Forse, la prematura scomparsa di Gianroberto Casaleggio sta pesando davvero tanto sulla tenuta del Movimento 5 Stelle.