Se c’è una critica che è stata spesso mossa al segretario #Matteo Renzi dalla minoranza del Partito Democratico, di sicuro quella di aver tradito l’elettorato più di sinistra è la più ricorrente. Eppure, in piena campagna elettorale per il #referendum costituzionale, è arrivato il sostegno al presidente del Consiglio da chi non ti aspetti: quello di 68 ex militanti, attivisti e dirigenti del movimento del 1968. Un endorsement improvviso concretizzatosi in un appello firmato da personaggi illustri di Avanguardia Operaia, Lotta Continua, Movimento studentesco, Movimento lavoratori per il Socialismo e numerose altre organizzazioni della Sinistra rossa storica.

Pubblicità
Pubblicità

Diverse sono le ragioni contenute nel manifesto che qualche grattacapo hanno creato. La principale riguarda la necessità di migliorare la Costituzione attuale che resta tanto bella quanto perfettibile. “Il tempo presente richiede le decisioni tempestive - si sottolinea nell’appello per il Sì - apparati leggeri, eliminazioni di doppioni inutili e costosi e l’allineamento con le democrazie più avanzate”. Non è escluso al momento che il Comitato dei 68 possa organizzare un’iniziativa pubblica a novembre nelle città di Roma e Milano. #Sinistra Pd