Il 9 ottobre a St. Louise, in Missouri, ci sarà un nuovo confronto televisivo tra i due candidati alla presidenza negli Usa. Intanto, i sondaggi danno sempre più in vantaggio #hillary clinton, data al 42% contro il 36% di #Donald Trump, che però potrebbe beneficiare dell’esito del dibattito in tv tra i due candidati vicepresidenti: secondo gli analisti, infatti, il possibile vice del tycoon Mike Pence si sarebbe imposto su Tim Kaine, candidato vice di Hillary Clinton. Come? Con pacatezza e abilità nel replicare alla tattica aggressiva dell’avversario, nonché negando una serie di misfatti riguardanti Trump e definendo la campagna della Clinton “una valanga di insulti”.

Pubblicità
Pubblicità

Un duello che, come da tradizione, non sposta di molto gli equilibri, quindi Hillary resta sulla rampa di lancio, anche a seguito delle ultime rivelazioni su Trump, come la sua presunta evasione fiscale per quasi 20 anni. Secondo FiveThirtyEight, poi, Clinton ha il 72,8% di probabilità di vittoria, contro il 27,4% di Trump. Il New York Times, invece, indica i tre stati su cui si potrebbe giocare la partita decisiva: Florida, Ohio e Pennsylvania. Ma, partendo dal presupposto che i due candidati riescano ad imporsi negli Stai in cui sono favoriti, a Trump servirebbe spuntarla anche in North Carolina.

 

  #USA