In arrivo 800 euro per le mamme prima della nascita del bambino e il raddoppio del bonus bebè, che potrà essere richiesto dalle famiglie in difficoltà a partire dal secondo figlio. Sono numerose le novità previste dalla legge di Stabilità 2017 per quanto riguarda i sussidi per la famiglia che, oltre all’annunciato incremento del bonus bebè, prevede anche l’istituzione di un premio ‘mamma domani’ che dovrebbe rappresentare un sostentamento economico alle donne incinte erogato prima della nascita del bambino.

Bonus ‘mamma domani’: in che cosa consiste

Il nuovo bonus destinato al sostegno delle famiglie in difficoltà, denominato ‘mamma domani’, consisterà in un bonus di 800 euro che sarà erogato ancora prima della nascita del bambino.  Il nuovo sussidio, confermato dal ministro per gli Affari regionali con delega alla Famiglia, Enrico Costa, potrà contare su uno stanziamento di 600 milioni di euro e potrà essere richiesto durante la gravidanza per far fronte alle spese di diagnostica che precedono il parto.

Pubblicità
Pubblicità

Ancora da definire i requisiti necessari per poter richiedere il bonus ‘#mamma domani, anche se è probabile il collegamento all'indice Isee, come già avviene per il bonus bebè, per il quale si prevedono importanti novità in arrivo.

Il raddoppio del bonus bebè

Come ampiamente anticipato, infatti, si prevede nel 2017 il raddoppio del bonus bebè, con l’ulteriore novità che potrebbe essere assegnato già a partire dal secondo figlio e non più dal quarto, come previsto attualmente.

Il pratica, il bonus previsto per l'ingresso di un bambino nel nucleo familiare (nascita o adozione), passerebbe da 80 a 160 euro al mese, per le famiglie con un indicatore Isee da 7 mila e 25 mila euro, e da 160 a 320 euro al mese per le famiglie che presentano un indicatore Isee inferiore ai 7 mila euro. Anche la durata del bonus bebè potrebbe essere modificata passando da tre a cinque anni.

Pubblicità

Sia l’introduzione del premio ‘mamma domani’ che l'incremento del bonus bebè si inseriscono in un piano di graduale introduzione del ‘fattore famiglia’ nel sistema impositivo italiano che dovrebbe culminare con la riforma dell’Irpef, annunciata dal premier Renzi per il 2018, e con la quale l’imposizione cambierà in base alla composizione del nucleo familiare. #bonus bebè #sussidio famiglie