In occasione della 33ª assemblea nazionale dell'#ANCI, tenutasi presso la sede della Fiera del Levante di Bari, il premier #Matteo Renzi ha voluto esprimere, fin dalle prime battute, un personale ringraziamento a Piero Fassino, per aver guidato l'Anci dal 2013, facendo poi i contestuali auguri al neo presidente nonché attuale Sindaco di #Bari Antonio Decaro.

Un Sindaco al Governo, riconoscimento alla funzione

Molto significativa l'affermazione con la quale Renzi ha dato avvio ufficialmente al convegno: "Se per la prima volta c'è un sindaco alla guida del Governo non è un riconoscimento a una persona ma a una funzione". Per il Presidente del Consiglio in questo modo "si è preso atto che i sindaci sono gruppo dirigente di questo Paese.

Pubblicità
Pubblicità

Qualcosa è cambiato ma non è ancora sufficiente".

Proseguendo, il Segretario del Partito Democratico si è concentrato sull'accordo con i sindacati relativo alle pensioni: "È oggettivamente un passo in avanti significativo, aggiungendo come in questo modo le pensioni più basse vengono aiutate, consentendo a chi è negli ultimi anni di andare via un po' prima, con una leggera penalizzazione, a meno che non abbia un lavoro particolarmente usurante. Nel qual caso - ha sostenuto -  non c'è penalizzazione. Vediamo se aprirà degli spazi nuovi di turn over nel pubblico. Io sinceramente non so quanti accetteranno di andare via prima, è tutto da vedere".

Maxi concorsi forze dell'ordine e sanità, abolizione Equitalia e 2,1 miliardi alle periferie

Diecimila posti tra forze dell'ordine e sanità. Questo, a seguire, è stato l'annuncio del premier, volendo "immaginare una legge di Stabilità che dia la possibilità di tornare a fare i concorsi, che è una cosa che è mancata in questi anni.

Pubblicità

Tornare a fare i concorsi significa che possiamo tornare ad avere almeno tra le forze dell'ordine e gli infermieri, e i dottori se riusciamo a inserire anche loro come spero, diecimila unità per le quali immediatamente bandire i posti, anche per tornare a dare ai ragazzi la possibilità di mettersi in gioco. Quando Franceschini ha fatto il concorso questa estate per 500 persone nel mondo culturale, si sono presentati in 20mila. Voi capite - ha aggiunto - che questi numeri dimostrano quella fame di lavoro che conoscete quotidianamente".

Infine, al termine del suo discorso, Renzi ha ribadito l'intenzione di abolire Equitalia assicurando, inoltre, come tutti i progetti per le periferie presentati dai comuni "saranno finanziati entro il 2017". "Il Governo - ha concluso - stanzierà 2,1 miliardi di euro".