Nel nostro ultimo articolo di approfondimento sulla situazione politica in Italia abbiamo verificato quali sono le intenzioni di voto e le preferenze espresse dagli italiani in relazione ai singoli partiti. Oggi approfondiremo invece le ultime proiezioni disponibili sul prossimo #referendum costituzionale elaborate dall'Istituto Index Research e commissionate dal programma televisivo Piazza Pulita. Prima di entrare nel merito dei dettagli vogliamo fornirvi però gli elementi utili a comprendere in che modo è stata condotta questa analisi. Partiamo dal numero di interviste complete, corrispondenti ad 800 unità. Il metodo utilizzato per effettuare le interviste telefoniche è il CATI, mentre il campione di riferimento è stato scelto affinché potesse rappresentare la popolazione italiana per sesso, età ed area di residenza.

Pubblicità
Pubblicità

Infine, le risposte che leggerete sono caratterizzate da un possibile margine di errore corrispondente al più o meno 3,5%. Fatte queste premesse, passiamo immediatamente a scoprire cosa pensano gli italiani del referendum costituzionale previsto per il prossimo dicembre.

Intenzioni di voto e referendum: ecco le nuove proiezioni

Partiamo dal primo quesito posto all'attenzione degli italiani. È stato chiesto agli intervistati di indicare quale sarebbe stato il voto se si fosse tenuto ieri il referendum confermativo. Il 48,5% dei soggetti si è espresso a favore della riforma, contro il 51,5% che si è detto contrario. Gli indecisi sono stimati al 29% mentre i non voto si attestano al 34%. Vediamo quindi le motivazioni alla base delle risposte offerte. Tra coloro che hanno affermato di voler votare sì, il 36,8% ha spiegato di farlo per rendere più moderno ed efficiente il Paese, il 21,4% per ridurre il numero dei Parlamentari, il 18,6% per ridurre i costi della politica, il 14,7% perché è necessario riformare il Paese e l'8,5% perché anche se non è perfetta, la riforma è meglio di niente.

Pubblicità

In merito invece alle motivazioni per il no, il 39,7% spiega di voler far dimettere Renzi, il 30,4% perché teme che la riforma riduca la democrazia, il 12,9% perché è una riforma confusa, l'11,1% perché non risolve i problemi del Paese, il 5,9% per la composizione - competenze del Senato e l'immunità agli amministratori locali.

E voi, cosa pensate in merito agli ultimi dati sul referendum? Fateci conoscere la vostra opinione al riguardo aggiungendo un nuovo commento, mentre se volete ricevere le prossime notizie di aggiornamento sullo scenario politico vi ricordiamo di usare la comoda funzione "segui" che vedete in alto, vicino al titolo. #Governo #Sondaggi politici