Il premier inglese #theresa may è stato colto di sorpresa dalla sentenza dell'#alta corte britannica in risposta alle istanze presentate da due cittadini, Gina Miller e Deir Dos Santos, ma ha subito preparato il ricorso da pesentare alla Corte Suprema.

"Siamo determinati ad andare avanti coi nostri piani", ha subito affermato a caldo il portavoce della premier britannica.

“Il principio fondamentale della costituzione del Regno Unito è che il Parlamento è sovrano” queste le parole con cui Lord Thomas Cwmgiedd ha sentenziato la necessità che ci sia un avallo del Parlamento prima che possano essere avviate le procedure per il distacco dall'Unione Europea.

Pubblicità
Pubblicità

Il governo della premier Theresa May ha sempre sostenuto che avrebbe potuto usare la cosiddetta "prerogativa reale", invocando l'articolo 50, e quindi di poter seguire le indicazioni date dal referendum popolare ed avviare le trattative di uscita dalla Unione Europea senza dover consultare il Parlamento.

Oggi l'Alta Corte ha dato torto a Theresa May e ai sostenitori della #Brexit. La sentenza afferma senza giri di parole che il premier inglese non ha alcun diritto ad agire senza prima chiedere ed ottenere il via libera di Westminster.

Un colpo di scena imprevisto

Si tratta davvero di una mossa che in pochi si aspettavano. Infatti soprattutto per la sicurezza che rasentava l'arroganza, dimostrata da Downing street, sembrava davvero difficile che la Magistratura potesse opporsi alla volontà popolare ed al Governo.

Pubblicità

Ulteriore difficoltà era data dall'assenza di una vera e propria Costituzione inglese a cui fare riferimento o appellarsi.

Invece il Barone di Cwmgiedd, a capo dell'Alta Corte inglese ha proprio fatto questo, ora il Governo si è appellato alla Corte Suprema e nel giro di pochi giorni si avrà il pronunciamento dei giudici di ultima istanza.

Chiaramente se il verdetto di oggi verrà confermato dalla Corte Suprema, assisteremo ad un ribaltamento delle carte sul tavolo della Brexit.

Per ora una prima reazione significativa è stata data dai mercati finanziari, che hanno visto la sterlina britannica risalire rapidamente a valori che non vedeva da tempo.

Se volete rimanere informati usate il tasto "segui" in alto