Montecitorio, Roma. Un corteo di antiproibizionisti si recherà sul luogo per consegnare i numerosi scatoloni contenenti le sessantamila firme destinate a sollecitare la legge pro #cannabis in Italia.

Un corteo per la cannabis

Il corteo partirà dalla sede di Radicali Italiani di via Torre Argentina. Tra i sostenitori dell'iniziativa anche molti volti noti e dello spettacolo: Vasco Rossi, Dj Coccoluto, Er Piotta. La proposta di legge sembra essere destinata all'oblio e la petizione ha il compito di sollecitare il dibattito circa la proposta di legge precedentemente presentata alla Camera dai deputati dell'intergruppo cannabis legale.

Il sostegno politico

Tra i politici a sostegno della legalizzazione dell'uso di cannabis vi sono Emma Bonino e Livia Turco e in tutta la penisola anche molti sindaci, come il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

Pubblicità
Pubblicità

Il #Pd è tra i principali sostenitori della legge, ma il passo sembra ancora essere lungo.

Nel frattempo negli Usa

Negli Usa, California, Nevada, Maine e Massachusetts hanno approvato la legalizzazione della cannabis. Qualche giorno prima, una proposta dei grillini, invece, proponeva lo sviluppo della filiera di canapa industriale, ma anche questa per adesso è solo una delle tante proposte sul tema. Le parti politiche non sembrano poter trovare ancora un accordo nel nostro paese.

La polemica

I senatori Gasparri, Giovanardi e Quagliariello hanno di recente sollevato una polemica contro la serie tv 'Rocco Schiavone'. In una scena, infatti, un poliziotto (interpretato da Marco Gallini) fuma uno spinello nel suo ufficio. Non un esempio di buona condotta, secondo i senatori, almeno non sino a quando non sussiste nessuna legge a renderlo legale.

Pubblicità

La cannabis contro la mafia

Eppure molti sono quelli che sostengono come una legalizzazione della cannabis potrebbe portare ad un conseguente indebolimento del circuit mafioso. Consentendo la coltivazione per l'uso personale infatti, la mafia, che tuttora detiene circolo illegale di cannabis, perderebbe i suoi acquirenti. #Camera dei Deputati